Le tensioni commerciali si sono allentate un po' ieri quando il Ministro del commercio cinese ha dichiarato che la situazione dovrà essere risolta attraverso ulteriori colloqui.

Pechino ha controbattuto la dura posizione degli Stati Uniti, ma almeno loro stanno riconoscendo che il dialogo è la migliore via da seguire. Entrambe le parti sanno bene che una serie di tariffe più elevate farà male a tutti, e questo sentiment si è trasmesso sui mercati.

Le azioni in Europa e negli Stati Uniti hanno registrato cali considerevoli dalla fine di aprile all'inizio di maggio, e ieri gli operatori economici si sono sentiti a proprio agio a riposizionarsi sul mercato alla luce dell'approccio più sensato proveniente dalla Cina.

Ai mercati statunitensi è stata data una spinta in più da Jerome Powell, il capo della Federal Reserve, che ha affermato di "monitorare" la situazione commerciale e che la banca centrale statunitense è disposta ad agire in modo "appropriato" per aiutare l'economia a crescere. I commenti sono stati visti come un segno che la Fed è  disposta ad abbassare i tassi di interesse qualora fosse necessario e questo ha ha rappresentato una luce verde per gli acquirenti. I trader  sono stati contenti di sentire che la Fed è flessibile e ha rimosso alcuni dei recenti malumori. Richard Clarida, vicepresidente della Fed, ha detto che l'economia americana è in un "buon punto" ed è compito della Fed assicurarsi che rimanga "lì".

C'è stata un'evoluzione ieri nella diatriba tra Trump e il Messico, visto che alcuni repubblicani stanno prendendo in considerazione l'ipotesi di bloccare il piano del presidente di imporre tariffe del 5% su tutte le importazioni dal Messico, per il fatto che che avrebbero anche un impatto negativo sull'economia statunitense. Trump è noto per aver preso una posizione dura e la minaccia tariffaria contro il Messico è in relazione alla sicurezza dei confini, ma sembra che alcuni parlamentari  statunitensi stiano cercando di impedire un'altra escalation commerciale.

Il rally a New York ha spinto a acquisti in Asia durante la notte, anche se il settore dei servizi cinese si è leggermente raffreddato.

Il sondaggio Caixin sui servizi cinesi si è attestato a 52,7 a maggio, superando le previsioni di 54,3 e si è raffreddato rispetto alla lettura di 54,5 di aprile.

Il Dollar Index è rimasto in gran parte piatto ieri dato che il mercato dei futures sui Fed funds incorpora un'attesa   all'incirca del 90% di possibilità di un taglio dei tassi a settembre. Alcuni trader sentono che i mercati stanno esagerando, specialmente alla luce dell'aggiornamento misurato di Powell. Gli ordinativi di fabbrica negli Stati Uniti sono diminuiti dello 0,8% in ottobre - il calo più marcato dall'ottobre 2018, e questo aggiunge peso all'argomento che l'economia si stia raffreddando.

Ci sono problemi nella zona euro, poiché l'indice dei prezzi primario è sceso all'1,2% e la lettura core è scesa allo 0,8% e ciò implica una diminuzione della domanda. La riunione della Banca Centrale Europea (BCE) è in programma per giovedì e gli operatori  ascolteranno ulteriori dettagli sul programma di prestiti mirati che inizierà a settembre. L'obiettivo di inflazione della BCE è del 2% e ora è all'1,2% - è il più basso dall'aprile 2018, per questo la banca centrale potrebbe aver bisogno di adottare un approccio più aggressivo.

Le relazioni sui servizi PMI per i principali paesi della zona euro saranno annunciate tra le 9.15 e le 9.55. Gli aggiornamenti di Spagna, Italia, Francia e Germania saranno pubblicati, e la stima di consenso è rispettivamente 52,5, 49,7, 51,7 e 55.

Anche la situazione politica della zona euro potrebbe essere un problema. Il primo ministro italiano, Giuseppe Conte, ha detto ai membri della coalizione di smettere di litigare o se ne andrà. Un collasso del governo italiano probabilmente causerebbe il caos nel già fragile mercato del debito italiano. È stato riferito che Matteo Salvini della  Lega  e Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle hanno avuto una lunga e cordiale chiacchierata al telefono, quindi le cose potrebbero essere in via di miglioramento.

Il PMI servizi del Regno Unito sarà annunciato alle 10.30 e gli operatori  prevedono un dato di 50.6. I dati ADP sul mercato del lavoro USA saranno annunciati alle 14.15  e gli economisti si attendono 180.000 nuovi posti di lavoro, il che sarebbe un grosso calo rispetto ai 275.000 di aprile. Il rapporto ISM non manifatturiero  sarà annunciato alle 16:00 e la stima di consenso è 55,5.

Il mercato petrolifero sembra essersi stabilizzato un minimo dopo le gravi perdite e il rapporto dell'Energy Information Department sarà attentamente seguito dagli operatori. L'aggiornamento dagli Stati Uniti dovrebbe mostrare un calo di 849.000 barili nelle scorte di petrolio e un aumento di 630.000 barili nelle scorte di benzina.

EUR/USD - ha ampiamente spinto verso il basso dall'inizio di gennaio, e se il trend negativo continuasse potrebbe mirare all'area 1.1000. La resistenza potrebbe essere trovata a 1.1322.

GBP/USD - è andata  in ribasso da metà marzo, e se la mossa ribassista continuasse potrebbe incontrare supporto nella regione 1.2476. L'area 1.2800 potrebbe agire come resistenza.

EUR/GBP - ha rimbalzato per oltre tre settimane e se dovesse contenere oltre 0.8800, potrebbe portare 0.8939 in gioco. Un movimento al ribasso potrebbe portare la media mobile a 50 giorni a 0,8660 in gioco.

USD/JPY - finché si mantiene al di sotto della media mobile a 100 giorni a 110,59, le sue prospettive dovrebbero rimanere ribassiste e il supporto potrebbe essere trovato a 107,51. Un rally potrebbe raggiungere  la regione di 110.00.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 04/06/2019

----------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.