I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
Weekly outlook

La settimana a venire: PIL di Regno Unito e Cina; inflazione USA; risultati di JPMorgan

I primi annunci economici di rilievo di questa settimana sono previsti per mercoledì, quando il Regno Unito annuncerà il PIL di maggio e gli Stati Uniti rilasceranno i dati sull'inflazione di giugno. Venerdì la Cina renderà noto il PIL del secondo trimestre. 

Nel frattempo, le banche statunitensi daranno il via alla nuova stagione degli utili. JPMorgan, la più grande banca americana per patrimonio, annuncia i risultati del secondo trimestre giovedì, così come Morgan Stanley. Citigroup li segue venerdì.

EVENTI PRINCIPALI:

Mercoledì - CPI/PPI USA (giugno)  

Normalmente i numeri dell'IPC statunitense non inducono la banca centrale degli Stati Uniti a modificare la propria politica, dato che la misura dell'inflazione preferita è il PCE core. I recenti numeri dell'IPC di maggio hanno suscitato una reazione diversa, dopo un forte aumento all'8,6%, segnando così un cambiamento significativo nel pensiero della banca centrale durante un periodo di blackout dei policymaker. È ancora molto incerto se il numero dell'IPC di maggio sia stato un caso isolato, dato che tutte le altre misure dell'inflazione sembrano mostrare segni di plateau.

I recenti numeri dell'IPP sembrano supportare questa mentalità, dopo il calo dal 9,6% di marzo all'8,3% di maggio. Diversi responsabili delle politiche della Fed si sono già espressi a favore di un altro rialzo dei tassi di 75 pb in occasione della riunione di luglio, ma se l'IPC statunitense dovesse improvvisamente scivolare indietro a giugno, ciò indebolirebbe l'ipotesi di un tale rialzo e renderebbe più probabile la prospettiva di un rialzo di 50 pb? Il tempo ce lo dirà, ma i dati deboli dell'IPC e del PPI di giugno indeboliranno il corso della riunione di luglio, oltre ad ammorbidire l'ipotesi di un'azione aggressiva sui tassi nel resto dell'anno.  

Giovedì - JPMorgan Chase T2 risultati  

Nonostante la prospettiva di un aumento dei tassi, le banche statunitensi hanno registrato una performance negativa e, sebbene non siano le peggiori dell'S&P500 quest'anno, il settore è ancora in calo di circa il 25% su base annua. I timori di una recessione entro la fine dell'anno sono aumentati, poiché il costo della vita inizia a incidere sulla spesa dei consumatori a causa dell'aumento dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari. Anche il calo dei prezzi delle case ha pesato sul sentimento dei consumatori, e questo deterioramento delle prospettive economiche si manifesterà probabilmente nella domanda di servizi bancari da parte di imprese e consumatori. Anche una curva dei rendimenti piatta o leggermente invertita non aiuta le banche.

Nell'ultima serie di dati JPMorgan Chase ha registrato un fatturato rettificato di 31,59 miliardi di dollari e utili per 8,3 miliardi di dollari, pari a 2,63 centesimi per azione. Uno dei dati più significativi di questi numeri del primo trimestre è stato il calo dei ricavi della divisione di investment banking, che hanno superato di poco i 2 miliardi di dollari, con un netto calo dei ricavi da commissioni Il trading azionario e il reddito fisso sono riusciti a battere le aspettative con 3,06 miliardi di dollari e 5,7 miliardi di dollari.

L'amministratore delegato Jamie Dimon ha cercato di dipingere un quadro positivo sul fronte della vendita al dettaglio, affermando che la banca sta registrando tendenze ampiamente positive, con depositi in crescita del 9%, spese con carte di credito e di debito in aumento del 21%, mentre i saldi dei prestiti con carta sono aumentati dell'11%, anche se ancora al di sotto dei livelli pre-pandemia. I prestiti per l'acquisto di abitazioni hanno subito un calo del 37%, soprattutto a causa dell'aumento dei tassi di interesse, e questa tendenza sembra destinata a continuare dopo che la banca ha annunciato, alla fine del mese scorso, il licenziamento o la riallocazione di oltre 1.000 dipendenti dal settore dei mutui.

Un'altra preoccupazione è stata l'accantonamento di 1,5 miliardi di dollari in vari fondi per le perdite sui prestiti a causa dei crescenti rischi di inflazione. Anche le spese saranno probabilmente un tema importante, con il costo del mantenimento del personale che potrebbe erodere i margini. Con l'IPC ora molto più alto di allora, potremmo assistere a ulteriori accantonamenti? Gli utili dovrebbero attestarsi a 2,89 centesimi di dollari per azione.

ALTRI EVENTI PRINCIPALI (11 LUGLIO-15 LUGLIO):

LUNEDÌ 11 LUGLIO

Nessun annuncio importante.

MARTEDI 12 LUGLIO

Nessun annuncio importante.

MERCOLEDÌ 13 LUGLIO

CPI/PPI USA (giugno)

Vedi eventi principali, sopra.

PIL del Regno Unito (maggio)

Gli ultimi dati sul PIL di aprile hanno mostrato che l'economia del Regno Unito si è contratta del -0,3%, un calo molto maggiore di quanto previsto. A prima vista i numeri sono stati molto deludenti, ma il calo è stato in gran parte determinato dalla fine del programma NHS di test e , in quanto il regime di test gratuiti Covid è giunto al termine. Considerando che si tratta di un effetto una tantum, che non si ripeterà, i numeri effettivi, pur essendo scarsi, non sono stati così negativi come sembra a prima vista, nonostante il difficile contesto macroeconomico. In vista dei numeri di maggio, è improbabile che le prospettive migliorino in modo significativo, anche se si registra un modesto miglioramento. I prezzi dei carburanti sono destinati a salire ulteriormente, con notizie quotidiane di picchi record sia per il diesel che per la benzina, in quanto diventa sempre più costoso fare il pieno. A un certo punto questo porterà alla distruzione della domanda, poiché i consumatori daranno priorità alla spesa.

GIOVEDI 14 LUGLIO

Morgan Stanley T2 risultati

Il prezzo delle azioni di Morgan Stanley ha subito un forte calo rispetto ai massimi storici registrati a febbraio. Le azioni sono ai minimi da 15 mesi, con l'intero settore che soffre per le preoccupazioni sul rischio di recessione degli Stati Uniti. Nel 1° trimestre il fatturato è stato di 14,8 miliardi di dollari, mentre gli utili sono stati di 2,22 miliardi di dollari, pari a 2,06 centesimi per azione. Le vendite e il trading di titoli azionari hanno guidato la maggior parte della sovraperformance, con un contributo di 3,17 miliardi di dollari. Anche il trading FICC è stato forte con 2,9 miliardi di dollari, ben al di sopra delle previsioni di 2,1 miliardi di dollari. I ricavi della gestione patrimoniale sono stati inferiori alle stime di 6,19 miliardi di dollari, attestandosi a 5,94 miliardi, ma comunque molto più alti rispetto al quarto trimestre, quando erano scesi sotto i 5 miliardi di dollari. La gestione patrimoniale potrebbe registrare un'ulteriore sottoperformance nei prossimi trimestri se i mercati azionari continueranno ad essere deboli. Gli utili dovrebbero attestarsi a 1,76 dollari per azione.       

JPMorgan Chase T2 risultati

Vedi eventi principali, sopra.  

VENERDÌ 15 LUGLIO

PIL cinese T2 

È improbabile che i numeri del PIL cinese del secondo trimestre di questa settimana raccontino una storia positiva. Con le vendite al dettaglio e la produzione industriale imposte in tutto il Paese e Shanghai bloccata per la maggior parte di aprile, sarà molto difficile per l'economia cinese avvicinarsi all'obiettivo annuale del PIL del 5,5% per quest'anno. Nel 1° trimestre l'economia ha registrato un'espansione del 4,8%, che appare estremamente generosa. Le vendite al dettaglio sono crollate in aprile e maggio e probabilmente sono rimaste deboli anche in giugno, mentre la produzione industriale è stata anch'essa deludente. I vari hanno bloccato anche i porti cinesi e le imprese. Un dato particolarmente significativo di aprile è che a Shanghai non è stata venduta una sola auto per tutto il mese. In questo contesto è difficile ipotizzare un'espansione economica significativa nel secondo trimestre.

Vendite al dettaglio negli Stati Uniti (giugno)

Dopo aver visto le vendite al dettaglio statunitensi registrare quattro mesi consecutivi di aumenti all'inizio di quest'anno, ci aspettavamo un rallentamento a maggio. Tuttavia, il calo delle vendite al dettaglio, pari a -0,3%, ha destato un po' di sorpresa, ma avrebbe dovuto? Se si considera l'aumento dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari, nonché del costo della vita in generale, forse non sorprende che la spesa dei consumatori statunitensi abbia subito un brusco rallentamento a maggio. La fiducia dei consumatori è in costante calo da mesi ed era solo questione di tempo prima che si manifestasse nei numeri delle vendite al dettaglio. Le vendite al dettaglio di giugno dovrebbero attestarsi al 0,9%.

Citigroup T2 risultati

Il prezzo delle azioni di Citigroup ha continuato a scendere insieme al resto del settore, in quanto le preoccupazioni per il rallentamento dell'economia statunitense fanno temere che l'attività di base della banca subisca un calo dei prestiti alle imprese, nonché della domanda di mutui per la casa e di prestiti personali. Il fatturato del 1° trimestre è stato di 19,2 miliardi di dollari, mentre gli utili sono stati di 2,02 centesimi di dollari per azione, entrambi al di sopra delle aspettative. Le vendite e il trading di FICC hanno registrato un ritorno di 4,3 miliardi di dollari, battendo le aspettative di 3,98 miliardi di dollari e con un calo dell'1% rispetto a un anno fa. Come per le altre banche statunitensi, i ricavi da vendite e negoziazioni azionarie hanno contribuito a far battere i ricavi, attestandosi a 1,53 miliardi di dollari. Le spese sono risultate più alte del previsto, il che non sorprende visto il processo di ristrutturazione attualmente in corso, con un aumento del 15% a 13,17 miliardi di dollari. Citigroup ha anche ridotto la sua esposizione in Russia da 9,8 miliardi di dollari a 7,8 miliardi. La banca ha accantonato 1,9 miliardi di dollari a fronte di potenziali perdite, mentre lo scenario peggiore si aggira tra i 2,5 e i 3 miliardi di dollari. Gli utili per il secondo trimestre dovrebbero attestarsi a 1,67 centesimi di dollari per azione.

Calendario utili

LUNEDÌ 11 LUGLIO RISULTATI
AZZ (US) T1
E2open Parent Holdings (US) T1
PriceSmart (US) T3
MARTEDI 12 LUGLIO RISULTATI
PepsiCo (US) T2
Purplebricks (UK) Risultati annuali
MERCOLEDÌ 13 LUGLIO RISULTATI
Fastenal (US) T2
Ilika (UK) Risultati annuali
J D Wetherspoon (UK) T4
Loungers (UK) Risultati annuali
Ocean Power Technologies (US) T4
Renold (UK) Risultati annuali
GIOVEDI 14 LUGLIO RISULTATI
American Outdoor Brands (US) Risultati annuali
Cintas (US) T4
Conagra Brands (US) T4
First Republic Bank (US) T2
JPMorgan Chase & Co. (US) T2
Morgan Stanley (US) T2
VENERDÌ 15 LUGLIO RISULTATI
Bank of New York Mellon (US) T2
BlackRock (US) T2
Citigroup (US) T2
PNC Financial Services (US) T2
Progressive Insurance (US) T2
State Street (US) T2
UnitedHealth (US) T2
US Bancorp (US) T2

Gli annunci dell'azienda sono soggetti a modifiche. Tutti gli eventi elencati sopra sono corretti al momento della scrittura.


CMC Markets è un fornitore di servizi di sola esecuzione. Queste informazioni (che contengano o meno opinioni) hanno solo scopo informativo e non tengono conto delle circostanze o degli obiettivi personali dell'utente. Nessuna delle informazioni contenute in questo documento è (o dovrebbe essere considerata) una consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo su cui si può fare affidamento. Nulla nei documenti costituisce una raccomandazione da parte di CMC Markets o dell'autore secondo cui un particolare investimento, titolo, transazione o strategia d'investimento sia adatto a una particolare persona. I materiali non sono stati preparati in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca di mercato degli investimenti. Sebbene non sia espressamente vietato a noi trattare prima di fornire questo materiale, non cerchiamo di trarne profitto prima della sua diffusione.