I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
Updates

Le operazioni short sono di nuovo in voga? Mercati azionari instabili in vista?

Dopo un'estate piuttosto tranquilla e generalmente positiva, le condizioni potrebbero tornare a farsi molto difficili sui mercati azionari. La Federal Reserve statunitense non è soddisfatta del calo dell'inflazione registrato fin’ora e vuole adottare contromisure ancora più incisive, il che sta alimentando il timore che si possa innescare una vera e propria recessione.

Inoltre, Agosto e Settembre sono statisticamente i mesi borsistici più deboli dell'intero anno. L'indice azionario tedesco deve evitare di raggiungere un altro minimo dell'anno e, nella migliore delle ipotesi, superare la soglia dei 14.000 punti dopo aver difeso con successo l'area intorno ai 12.500 punti. A livello settimanale, il mercato non ha ancora toccato il fondo; la tendenza al ribasso è rimasta intatta dal novembre 2021. Inoltre, alla luce delle notizie negative e dei timori di una recessione in Germania, gli investitori sono attualmente poco fiduciosi e quindi poco propensi ad entrare in azioni su larga scala prima dell'inverno, cosi incerto.

Venerdì, il presidente della Fed, Powell ha tolto agli investitori ogni speranza di poter mettere in pausa la svolta sui tassi di interesse a favore della crescita nel prossimo futuro. La curva dei rendimenti negli Stati Uniti si sta nuovamente invertendo in maniera netta. La minaccia di una recessione ha di nuovo preso di mira i mercati azionari.

Germany 40: la prossima insidia è all'orizzonte?

Se si dovesse dare un nuovo nome all'attuale fase di mercato, si tratterebbe del mercato dei conigli: il Germany 40 sta prendendo per i fondelli la maggior parte degli investitori e sta suggerendo una tendenza che non esiste. Proprio quando gli investitori comprano e pensano di aver colto il prezzo giusto una volta, il prezzo incontra un altro ostacolo e gira al ribasso. Alla fine della caccia al trend una cosa è certa: un chiaro trend semplicemente non esiste mentre entriamo nell'autunno del 2022.

Il Germany 40 sta testando il supporto a 12678 punti per la terza volta quest'anno a pochi giorni dalla fine di agosto. Una chiusura settimanale al di sotto di questo valore potrebbe avere conseguenze fatali: Il prezzo potrebbe estendere la sua correzione a 11295 punti. Entrambi i prezzi sono estensioni di Fibonacci del top 123 che l'indice ha formato da novembre 2021 a febbraio 2022. Se anche il supporto a 11295 punti non dovesse reggere, potrebbe profilarsi un sell-off a 9058 punti. Lì, vicino ai minimi del 2020, si trova la piena estensione del top 123.

Uno sguardo alla Borsa di New York

Nell'indice statunitense SPX 500, i confini sono fissati quasi altrettanto chiaramente: 4221 punti in rialzo, 3946 punti in ribasso. In mezzo c'è un'area senza tendenza, costellata di trappole per tori e orsi. I tentativi di uscire dai confini dovrebbero essere considerati discutibili per il momento: Le trappole per tori e orsi sono tra i fenomeni tipici delle fasi laterali senza tendenza. Anche l'SPX 500 statunitense sta compiendo giri imprevidibili in questo momento.

Questo è ciò che è accaduto quindici giorni fa quando gli investitori troppo ottimisti hanno speculato sull'inizio di un nuovo trend rialzista e hanno acquistato l'indice SPX 500 statunitense sopra i 4221 punti. Venerdì la trappola per tori è scattata: l'indice US SPX 500 è crollato di quasi 150 punti e ha interrotto il tentativo di formare un nuovo trend rialzista. Ora si ipotizza una continuazione della fase di assenza di trend, il cui limite inferiore si trova a 3946 punti, precedentemente rivelato. 

Lo stesso comportamento potrebbe verificarsi a 3946 punti. L'indice S&P 500 potrebbe superare di nuovo il limite, ma questa volta per intrappolare gli orsi - con una scivolata insostenibile sotto i 3946 punti.

Stagionalità: Sia le foglie che i prezzi diminuiscono a settembre

Alla fine, gli investitori che non cercano di seguire ogni oscillazione dei prezzi con la propria correzione del posizionamento sul portfolio, ma piuttosto di tenere d'occhio il quadro generale, potrebbero avere successo. In base alla stagionalità, i prezzi tendono a puntare al ribasso fino al 3 ottobre. Da un punto di vista stagionale, settembre è il mese più debole del mercato azionario.

Resta da vedere se questo ciclo porterà a una nuova tendenza al ribasso quest'anno. Al momento, l'indice statunitense SPX 500 ha un top 123 a 4221 punti e un low 123 a 3946 punti. Al momento entrambi i modelli di inversione di tendenza stanno lavorando contro l'altro e mostrano un'area senza tendenza tra i rispettivi punti di ingresso. Solo quando i confini vengono lasciati in modo duraturo e definitivo in una direzione o nell'altra, si può parlare di un tentativo di costruire una nuova tendenza. 

Per quanto riguarda l'indice Germany 40, l'attenzione è ora rivolta alla chiusura settimanale. Finché questa si trova al di sopra dei 12678 punti, sono possibili nuovi recuperi. Una discesa al di sotto di questo livello potrebbe portare a un rapido aumento della volatilità e a nuove perdite di prezzo.


CMC Markets è un fornitore di servizi di sola esecuzione. Queste informazioni (che contengano o meno opinioni) hanno solo scopo informativo e non tengono conto delle circostanze o degli obiettivi personali dell'utente. Nessuna delle informazioni contenute in questo documento è (o dovrebbe essere considerata) una consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo su cui si può fare affidamento. Nulla nei documenti costituisce una raccomandazione da parte di CMC Markets o dell'autore secondo cui un particolare investimento, titolo, transazione o strategia d'investimento sia adatto a una particolare persona. I materiali non sono stati preparati in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca di mercato degli investimenti. Sebbene non sia espressamente vietato a noi trattare prima di fornire questo materiale, non cerchiamo di trarne profitto prima della sua diffusione.