Europa

L'attività di trading di oggi ha avuto un tono marcatamente da "risk off", dal momento che le preoccupazioni su ulteriori escalation in Cina, la narrativa commerciale amricana sono diventate molto rapidamente realtà quando la Cina ha annunciato una serie di nuove tariffe su oltre 2.400 merci statunitensi.

Con l'UE che minaccia anche una propria rappresaglia se il presidente Trump implementasse tariffe per le auto europee alla fine di questa settimana, le azioni hanno visto le proprie valutazioni finire nel tritacarne, con ampi ribassi su tutta la linea. I maggiori ribassi sono stati registrati sul DAX tedesco, in particolare dal timore che le autorità statunitensi possano rivolgere la loro attenzione all'UE alla fine di questa settimana, in particolare nel settore automobilistico, che ha visto i maggiori cali del DAX con le azioni Daimler in calo.

Il produttore di acciaio Thyssen Kruup ha avuto il maggior ribasso per il collasso della joint venture con Tata Steel, che ha focalizzato l'attenzione degli investitori sui problemi del business sottostante. Mentre è il titolo peggiore del DAX, non ha invertito i guadagni che abbiamo visto venerdì, che probabilmente si sono verificati come un breve rally di copertura.

Nel Regno Unito le azioni della Metro Bank sono scese ai nuovi minimi storici mentre continua a confrontarsi con i problemi causati dalla rivelazione di una errata comunicazione delle proprie ponderazioni del rischio finanziario, rispetto per le sua proprietà commerciali. La banca ha confermato questa mattina che la raccolta di capitali è in uno stato molto avanzato, tuttavia le azioni hanno continuato a subire pressioni, scendendo al di sotto di 500 pence trascinando la capitalizzazione di mercato della banca al di sotto del livello di 500 milioni di sterline. L'errata classificazione significa che la banca è sottocapitalizzata in termini di ponderazione del rischio e, al fine di migliorare tale ponderazione, dovrebbe raccogliere più capitale o vendere alcuni dei prestiti in questione. Non sorprende che gli azionisti siano furiosi, avendo già contribuito per 300 milioni di sterline la scorsa estate e mentre la banca ha annunciato questa mattina che l'aumento di capitale per 350 milioni di sterline è in stato avanzato, non hanno fornito risposte a nessuna delle domande sul perché l'errore si sia verificato. Ciò solleva chiaramente interrogativi sulle procedure di gestione del rischio della banca e sulla sua corporate governance, cosa che gli investitori potrebbero sollevare più tardi questo mese in occasione dell'assemble generale annuale, in particolare perché l'errore è stato rilevato solo dalla Bank of England. Per ristabilire la fiducia nella governance della banca è altamente probabile che gli azionisti insisteranno su alcuni cambiamenti nel management quale merce di scambio per l'aumento di  capitale, con il presidente Vernon Hill, così come il CEO Craig Donaldson sulla linea di fuoco di alcuni investitori, in scia alla caduta del prezzo delle azioni da 35 pound dodici mesi fa. Il calo dei prezzi delle azioni di oggi rende chiaro che la banca sta faticando per ripristinare la fiducia nel suo piano di ristrutturazione, il che solleva la questione se sia necessario un cambio di leadership per modificare la percezione del titolo.

Tra le migliori performance abbiamo assistito al rally di Centrica, anche se da minimi pluriennali, con la posizione di CEO Ian Conn ancora sotto esame dopo aver assistito a un calo del prezzo delle azioni negli ultimi dodici mesi di oltre il 35%. inizio dell'anno. Mentre la società ha accusato un ambiente competitvo difficile e la perdita di 20.000 clienti, il calo dei prezzi delle azioni ha inevitabilmente sollevato domande sul pacchetto di remunerazione di Conn, che è cresciuto di circa lo stesso tasso in termini percentuali rispetto al prezzo delle azioni. L'incertezza delle prospettive ha sollevato preoccupazioni sul fatto che il dividendo potrebbe dover essere tagliato, dato che è ben oltre il 10%, anche se questo potrebbe già essere prezzato in considerazione delle cadute nel prezzo delle azioni già visto quest'anno.

Royal Dutch Shell è a sua volta in rialzo in scia retro di prezzi del petrolio più solidi.

Stati Uniti

Stamattina i mercati statunitensi hanno registrato un netto calo azzerando i grandi rialzi visti venerdì a seguito delle ritorsioni della Cina, che potrebbero portare molto più vicino alla prospettiva di ulteriori tariffe del 25% su altre importazioni cinesi per 300 miliardi di dollari. Per la maggior parte di quest'anno i mercati sono salita in scia alla prospettiva di un probabile accordo e ora si trovano di fronte alla prospettiva che un qualsiasi accordo sia più lontano che mai. Per rendere conto della rapidità con cui la narrativa è cambiata, la Cina oggi pomeriggio ha annunciato che aumenterà le tariffe per circa 60 miliardi di dollari di beni statunitensi dal 1 ° giugno, con un prelievo del 25%. Di conseguenza, tutta una serie di titoli esposti alla Cina hanno visto i loro prezzi azionari schiacciati, con le azioni di Tesla che hanno raggiunto i livelli più bassi in oltre due anni.

Anche il Dow Jones è sceso toccando la sua media mobile a 200 giorni per la prima volta dal febbraio di quest'anno, con l'indice US FANG + che ha guidato le perdite, in calo di quasi il 4%. Di conseguenza, le azioni Apple sono state messe sotto pressione dal momento che gli investitori valutano il potenziale impatto sui margini di profitto dell'azienda, in particolare nella regione cinese. Ad aggravare i problemi dei giganti tecnologici oggi la Corte Suprema degli Stati Uniti ha approvato una mozione  antitrust contro la società per iPhone App, contribuendo a spingere le azioni al di sotto della media mobile a 200 giorni per la prima volta da aprile e ai livelli più bassi dalla fine di marzo.

Anche le azioni di Boeing sono scese dopo che la Cina ha dichiarato che avrebbe cercato di ridurre il numero di ordini effettuati dalla società. I problemi di Uber sono continuati anche oggi, con le azioni che sono scese sotto i 40 dollari, nel secondo giorno di negoziazione, poiché lo scetticismo sulla sua valutazione ha pesato sulla propensione al rischio. Con i mercati statunitensi sotto pressione crescente e le prospettive per i guadagni che potrebbero essere esaminate molto più da vicino la caccia al valore sarà probabilmente molto più minuziosa. Questa sembra una brutta notizia per molte IPO di titoli tecnologici in programma quest'anno che hanno aiutato i mercati statunitensi a spingersi verso nuovi massimi storici quest'anno, dal momento che gli investitori guardano al disallineamento tra ricavi, profitti e capitalizzazione di mercato.

Anche le azioni Lyft sono scese all'apertura, scendendo al di sotto dei 50 dollari per la prima volta dopo l'IPO iniziale 72 dollari a marzo, mentre anche Pinterest, Zoom Video e Beyond Meat sono diminuiti drasticamente.

Forex

Lo yen giapponese ha continuato a spingersi al rialzo sulla scia dell'escalation di oggi nella guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Il dollaro australiano è quello che ha sofferto di più scivolando verso i minimi della scorsa settimana sulle crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina. Con un'economia strettamente correlata al ciclo economico cinese e alla domanda di materie prime, l'economia australiana è maggiormente esposta a ulteriori tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti. Lo yuan cinese è sceso anche contro il dollaro USA, passando al livello 6,90 al livello più basso dallo scorso dicembre. Anche il dollaro USA è stato messo sotto pressione insieme ai rendimenti dei titoli americani, poiché l'acquisto di asset rifugio ha superato supera ogni preoccupazione in merito all'inflazione che potrebbe comportare un aumento delle tariffe.

Materie Prime

I prezzi dell'oro sono aumentati in seguito all'escalation della guerra commerciale di oggi, spingendosi al di sopra dei massimi della scorsa settimana, verso 1.300 dollari l'oncia e oltre la media mobile a 50 giorni a 1.295 dollari, dato che gli investitori sistanno spostando verso asset sicuri. Abbiamo anche notato che grandi movimenti sembra stiano avvenendo nello spazio delle criptovalute con grandi rialzi per Ripple, Bitcoin ed Ethereum. I prezzi del bitcoin hanno raggiunto i massimi livelli lo scorso agosto, mentre i prezzi di Ethereum sono aumentati, superando la media mobile a 200 giorni per la prima volta dal giugno dello scorso anno.

I prezzi del petrolio greggio sono aumentati con i prezzi del Brent che hanno toccato il massimo da una settimana, mentre gli investitori si preoccupano delle crescenti tensioni in Medio Oriente e della presenza di un gruppo portaerei statunitensi guidato dalla USS Abraham Lincoln. Rapporti dall'Arabia Saudita hanno affermato che due delle sue petroliere hanno attraccato al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 13/05/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate