Il prezzo delle azioni di NVIDIA [NVDA] è sceso dell'8,60% nelle ultime quattro settimane a 168,82 dollari, all'avvicinarsi della pubblicazione dei risultati del primo trimestre programmata per 16 maggio tra le pressioni commerciali USA-Cina e la debole domanda di data center.

Il prezzo delle azioni del produttore di semiconduttori è sceso di quasi il 4% lunedì 6 maggio, quando il presidente Trump ha minacciato di aumentare le tariffe sulle importazioni cinesi e ha toccato un minimo di 164 dollari per azione venerdì quando Trump ha confermato un aumento al 25% (dal 10%) su 200 miliardi di dollari di beni cinesi. In risposta, la Cina ha reagito, annunciando che tariffe su migliaia di prodotti statunitensi aumenteranno fino al 25%

Nvidia 1-year share price performance, CMC Markets, 15 May 2019

Si prevede pertanto che la società di chip statunitense riporti risultati deboli nella trimestrale rispetto ai suoi dati del 2018, prospettando un primo trimestre e un 2019 deludente.

Difficoltà a livello settoriale

La guerra commerciale USA-Cina ha colpito duramente l'industria dei semiconduttori. Il settore è molto sensibile alla domanda cinese, il suo più grande cliente e responsabile del 20% delle vendite globali di semiconduttori nel 2018 e molte aziende hanno visto un calo del valore azionario mentre le tensioni si sono intensificate tra le due nazioni nell'ultimo trimestre del 2018. Il prezzo delle azioni di Nvidia ha toccato il suo massimo storico di 280 dollari nel settembre 2018, prima di toccare un livello minimo di 130 dollari a dicembre. L'azione sta scambiando con uno sconto del 40% rispetto ai massimi di settembre. La concorrente Intel [INTC] ha riportato ricavi deboli per il data center nel primo trimestre 2019 e ha abbassato le previsioni per l'intero anno durante l'aggiornamento dei risultati del mese scorso. Nel frattempo, il World Semiconductor Trade Statistics ha avvertito che le vendite nel settore sono diminuite del 13% nei primi tre mesi dell'anno, rispetto al primo trimestre del 2018.

Capitalizzazione di mercato

98.6 miliardi di dollari

PE ratio (trailing)

24.44

EPS (trailing)

6.63

Return on Equity (trailing)

49.26%

Nvidia metriche finanziarie chiave, Yahoo finance, 15 maggio 2019

Tuttavia, gli analisti di Cowen sono ottimisti riguardo all'azione nella a medio-lungo termine, scrivendo che "Prevediamo, una volta superato questo trend e avviato il recupero  dei costi Datacenter [sic], la richiesta di acceleratori NVIDIA aumenterà nella secoda metà del 2019 con Gaming e Datacenter in miglioramento come driver di crescita a lungo termine, per i risultati diversi processi di elaborazione paralleli e relativi ecosistemi. ” L'analista di Morgan Stanley, Joseph Moore, ha alzato il suo target price per il titolo a 170 dollari (da 148 dollari) e ha mantenuto il rating a "equal weight", affermando che Nvidia "ha una delle migliori prospettive di crescita secolare nella nostra copertura".

Cosa aspettarsi

Si prevede che l'impresa riporti un utile per azione di 0,82 dollari  giovedì - un calo del 60% rispetto all'anno precedente. Si prevede che le vendite nette saranno del 31,36% al di sotto del totale dello scorso anno, a 2,2 miliardi di dolalri.  Zacks, che attualmente un rating "hold" per il titolo, ha previsto un fatturato per l'intero anno di 11,9 miliardi di dollari. Il rapporto P/E forward di Nvidia di 23,31 è leggermente sopra rispetto allo standard del settore di 19,6, mentre la media dei produttori di semiconduttori si attesta a 57,89, il doppio Nvidia di 25,46 (trailing).

 

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 16/05/2019

-------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.