Europa

Le preoccupazioni commerciali continuano a pesare sui mercati. Dal momento che i mercati americano erano in vacanza ieri, i mercati stanno riprendendo da dove avevano lasciato la scorsa settimana. Il Presidente Trump sta mantenendo una linea dura per quanto riguarda le negoziazioni con l'UE, il Canada e la Cina. Il presidente degli Stati Uniti sta cercando di fare marcia indietro sulla sua precedente promessa di cercare di rimuovere le barriere commerciali con l'UE. Gli investitori sanno quanto siano popolari le auto europee negli Stati Uniti e sanno quanto sia importante il settore per l'economia europea. Il settore automobilistico europeo è di nuovo sotto pressione, ed è probabile che rimarrà tale fino a quando un accordo non sarà negoziato tra Bruxelles e gli Stati Uniti.

DS Smith ha pubblicato un brillante aggiornamento per il primo trimestre. La società ha confermato che il piano di risparmio dei costi implementato all'inizio di quest'anno ha aiutato l'azienda ad essere "in linea" con le aspettative. DS Smith si aspetta che l'acquisizione di Europac sia completata alla fine di quest'anno. L'azienda ha affermato che la crescente popolarità dell'e-commerce ha cambiato le abitudini dei clienti, ma prevedono opportunità di "crescita eccellente" nel settore dell'imballaggio in cartone ondulato. Il titolo ha fatto registrare un rialzo da aprile, e se il trend al rialzo continuasse potrebbe raggiungere 540 pence.

Stati Uniti

Le azioni sono in ribasso dopo il deterioramento delle relazioni commerciali con il Canada, la Cina e l'UE. I trader stanno uscendo dalle loro posizioni lunghe in azioni poiché l'umore questa settimana è considerevolmente diverso dall'ottimismo che circolava alla fine della scorsa settimana. Il presidente Trump è ancora impegnato a correggere gli errori che ha riscontrato nell'accordo di libero scambio nordamericano, e ci sono indescrizioni secondo le quali imporrà tariffe per ulteriori 200 miliardi di dollari sulle importazioni cinesi. Gli indici statunitensi hanno avuto una buona corsa nelle ultime settimane e il pullback di oggi è ancora relativamente piccolo.Il rapporto ISM manifatturiero è salito dal 58,1 di luglio al 61,3 di agosto - la lettura più alta dal 2004. Ciò sottolinea la forza del settore manifatturiero statunitense, e aggiungerà peso all'argomento secondo cui la Federal Reserve dovrebbe continuare la sua politica di incremento dei tassi di interesse.

Forex

GBP/USD è finito sotto pressione da diversi punti di vista. Il proseguimento del rimbalzo nel dollaro statunitense è stato un fattore. Il rapporto del PMI delle costruzioni nel Regno Unito è scivolato da 55,8 a 52,9 ad agosto, il minimo degli ultimi tre mesi. Mark Carney, il governatore della Bank of England (BoE), non ha offerto un chiaro messaggio se resterà nel ruolo oltre giugno 2019. Carney ha confermato che è disposto ad "aiutare", ma i trader non possono fare molto sulla base di questa dichiatazione. L'economia del Regno Unito sta affrontando una grave incertezza politica e una certa chiarezza sarebbe utile. Carney ha confermato che ci sarà un annuncio a tempo debito.

EUR/USD è stato zavorrato dalla forza del dollaro USA. L'indice dei prezzi alla produzione dell'Eurozona a luglio ha toccato il 4% - un massimo di 15 mesi. Ciò potrebbe portare a un'inflazione più elevata in quanto i produttori potrebbero trasferire i loro costi ai clienti. L'aggiornamento di oggi è in netto contrasto con la scivolata dell'inflazione dell'eurozona che abbiamo visto alla fine della scorsa settimana. L'euro rimane nella tendenza al ribasso iniziata ad aprile e, se il trend ribassista continuasse, potrebbe raggiungere l'obiettivo di 1.1500.

Materie Prime

L'oro è sceso al livello più basso in oltre una settimana a causa del dollaro USA più solido. La relazione inversa tra l'oro e il biglietto verde è stata forte recentemente e il proseguimento del rimbalzo del dollaro USA ha danneggiato l'oro. Il metallo è saldamente sotto il livello di 1,200 dollari, e se il trend ribassista continuasse, potrebbe mirare all'area di 1.183 dollari. Il WTI e il Brent sono in rialzi mentre due piattaforme petrolifere nel Golfo del Messico sono state evacuate mentre la regione si preparava a un uragano. L'annuncio giunge tra le preoccupazioni che le forniture future saranno danneggiate dal momento che i trader attendono che le sanzioni imposte dagli Stati Uniti all'Iran entrino in vigore.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 04/09/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.