Il 73% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Updates

La settimana prossima: Elezioni francesi, CPI europeo, risultati delle aziende tecnologiche statunitensi

Gli elettori francesi vanno alle urne domenica per decidere il vincitore del ballottaggio presidenziale tra l'attuale Emmanuel Macron e la sfidante Marine Le Pen. Poi, in una settimana intensa di risultati aziendali, le quattro più grandi aziende statunitensi per capitalizzazione di mercato - Apple, Microsoft, Alphabet (proprietaria di Google) e Amazon - annunceranno anche i loro ultimi risultati. Sono attesi anche i rilasci del PIL da Germania, Francia, Italia e Spagna.

Evento principale:

Domenica: Elezioni francesi 

È un fine settimana importante per la politica francese, quando il presidente in carica Emmanuel Macron e Marine le Pen vanno testa a testa nel secondo turno delle elezioni presidenziali francesi. Macron è ancora il favorito per prevalere alla fine, tuttavia per la maggior parte degli elettori, la scelta è appetitosa come un pezzo di pane ammuffito, una tendenza globale che sembra aver influenzato la politica in tutto il mondo. Nel 2017, Macron ha prevalso con oltre il 60% dei voti, tuttavia in questa occasione Le Pen sembra aver colmato il divario, soprattutto per il fatto che Macron si è dimostrato sordo alle preoccupazioni dei membri più poveri della società francese. Molto dipenderà dal fatto che il voto anti-Macron si coalizzi in uno spostamento del sostegno a Le Pen, o se gli elettori francesi semplicemente si rifiutano di votare per entrambi. Questo è probabilmente il più grande rischio per Macron, che gli elettori non vadano a votare e che la Le Pen passi in questo modo.  

Altri eventi principali (25-29 ApRILe :

LUNEDI 25 APRILE

Nessun annuncio importante

MARTEDI 26 APRILE

Risultati: Microsoft Q3

È stato un trimestre difficile per i titoli tecnologici, alcuni più di altri, come le preoccupazioni circa le valutazioni, così come gli aumenti dei tassi causano agli investitori di essere più esigenti circa le aree, dove hanno messo i loro soldi. Dai massimi storici della fine dell'anno scorso, le azioni Microsoft sono scivolate indietro, anche se sono riuscite a mantenersi sopra i 270 dollari. I suoi numeri del Q2 sono stati molto forti, con un fatturato record di 51,73 miliardi di dollari, un aumento del 20% rispetto a un anno fa, e al di sopra delle aspettative, mentre i profitti sono saliti a 2,48c dollari per azione. Il suo business cloud Azure ha visto un aumento delle entrate del 46%, in linea con le aspettative, anche se in calo rispetto ai quattro trimestri precedenti, che hanno visto una crescita delle entrate superiore al 50%.  Il suo business "Intelligent Cloud" ha visto un altro trimestre decente, riportando entrate record di 18,33 miliardi di dollari. Le entrate del personal computing e dei giochi hanno visto un fatturato di 17,47 miliardi di dollari, un grande salto rispetto al Q1, e sopra lo stesso trimestre dell'anno scorso, anche se questo era in gran parte previsto con l'aumento dell'adozione di Windows 11. Le entrate di contenuti e servizi Xbox sono aumentate del 10%, rafforzando la decisione di andare “all in” con l'annuncio di acquistare Activision Blizzard. Se l'acquisizione è approvata, questo segmento dovrebbe essere un'area di crescita chiave in futuro e potrebbe diventare il suo più grande produttore di entrate, supponendo che passi l'esame normativo. Per quanto riguarda la guida, Microsoft ha detto che si aspetta un leggero rallentamento delle entrate del Q3 tra 48,5 e 49,3 miliardi di dollari, al di sopra delle previsioni. I profitti dovrebbero arrivare a 2,19c dollari per azione. 

Risultati: Alphabet Q1

Quando Alphabet ha riportato l'ultima serie di numeri nel Q4, il prezzo delle azioni è salito brevemente a nuovi massimi storici, sopra i 30 dollari, dopo aver registrato ricavi record per il trimestre, prima di scivolare nuovamente verso i livelli più bassi di quest'anno. Tutte le preoccupazioni che gli investitori potrebbero aver avuto, che l'aumento dei costi potrebbe avere un impatto sulla redditività del suo business di Google sono state completamente dissipate in quanto la società ha riportato ricavi record di 75,33 miliardi di dollari per il Q4, un aumento del 32% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa, migliorando anche i margini operativi al 29%. Il business pubblicitario è stato ancora una volta l'esecutore principale, con 61,24 miliardi di dollari di entrate totali, con YouTube che rappresenta 8,6 miliardi di dollari di tale importo e che genera quasi 26 miliardi di dollari di reddito operativo. Questo è stato ridotto dalle perdite nelle sue attività di nuvola e altre scommesse, anche se le perdite nel business della nuvola si sono ridotte a 890 milioni di dollari su ricavi di 5,5 miliardi di dollari. Altre scommesse hanno registrato perdite di 1,45 miliardi di dollari. L'azienda ha anche annunciato un frazionamento azionario 20:1 nel tentativo di aiutare ad ampliare la base degli azionisti, che entrerà in vigore il 15 luglio soggetto all'approvazione degli azionisti. Il successo dell'azienda ha attirato lo scrutinio in particolare nell'area della pubblicità digitale, con il business che affronta cause anti-trust in un certo numero di stati degli Stati Uniti negli ultimi mesi. Ci si aspetta che i profitti arrivino a $25.82c, con la grande domanda se Alphabet possa sostenere il tipo di crescita delle entrate del 30% e oltre che abbiamo avuto l'anno scorso, in un momento in cui i costi sono aumentati sostanzialmente. L'anno scorso il numero di dipendenti è aumentato di oltre 21k a 156.500

MERCOLEDÌ​ 27 APRILE

Nessun annuncio importante

GIOVEDÌ​ 28 APRILE

Decisione sui tassi della Banca del Giappone

Il calo dello yen giapponese probabilmente aumenterà la pressione sulla Banca del Giappone per essere leggermente più aggressiva quando si riunirà più tardi questa settimana. Dalla fine dell'anno scorso, lo yen giapponese ha perso oltre il 10% rispetto al dollaro USA, il che per un paese che è un importatore netto di materie prime, e di energia in particolare, eserciterà un'enorme pressione al rialzo sull'inflazione. La Banca del Giappone ha passato anni a cercare di far uscire il genio dell'inflazione dalla sua bottiglia con scarso successo. A marzo, il CPI headline è aumentato dallo 0,9% di febbraio all'1,2%, tuttavia è ancora al di sotto dei livelli dell'1,5% visti a febbraio 2018. Con un obiettivo di inflazione del 2%, la BOJ è riuscita a violare e/o colpire brevemente tale obiettivo solo nel 2008, e per alcuni mesi nel 2014 e 2015, quando l'IPC ha raggiunto un picco del 3,7% prima di scendere bruscamente.  Potremmo vedere un modello simile se i prezzi delle materie prime continuano a salire e lo yen continua a precipitare.   

Risultati: Apple Q2

Il prezzo delle azioni Apple ha tenuto bene nonostante tutta la volatilità delle ultime settimane. Nel Q1 le entrate hanno raggiunto un nuovo record di 123,95 miliardi di dollari, ben al di sopra delle aspettative di 119 miliardi di dollari, mentre i profitti sono arrivati a $2,10c per azione, o poco meno di 35 miliardi di dollari, con entrate record per le vendite di iPhone. I numeri erano così composti: le entrate dell'iPhone sono arrivate a 71,63 miliardi di dollari, al di sopra delle previsioni di 67,74 miliardi di dollari, le entrate Mac, 10,85 miliardi di dollari, Wearables, Home and Accessories, 14,7 miliardi di dollari, entrate iPad 7,25 miliardi di dollari, entrate servizi 19,25 miliardi di dollari, con solo le entrate iPad al di sotto delle aspettative di consenso, 8,1 miliardi di dollari, un po' deludenti visto il lancio e gli aggiornamenti della gamma mini e iPad Il CFO di Apple, Luca Maestri, ha dato la colpa del mancato guadagno dell'iPad alle difficoltà di approvvigionamento di abbastanza componenti, così come l'assegnazione di componenti al più costoso iPhone, il che suggerisce che la domanda non era il problema qui, e che Apple ha messo la sua priorità sui suoi prodotti a più alto margine come l'iPhone. I margini operativi sui prodotti sono arrivati al 38,4%, anche se i margini dei servizi sono saliti ad un nuovo record del 72,4%. Le entrate dei servizi continuano ad andare di forza in forza e con 785 milioni di abbonati allo streaming musicale e ai giochi, il CEO di Apple Tim Cook ha suggerito che stanno iniziando a guardare allo sviluppo di prodotti per la realtà aumentata, e stanno sviluppando piani per una cuffia e occhiali AR nel prossimo anno o giù di lì, mentre si guarda di muoversi nel Metaverso. I numeri del Q1 sono stati ancora più impressionanti se si considera che ci sono stati alcuni ritardi nei prodotti durante il mese di dicembre, con tutte le aree geografiche, ad eccezione del Giappone, che è sceso al di sotto. Queste perturbazioni potrebbero anche essere trasmesse nel Q2, tuttavia questo non dovrebbe avere un impatto negativo sulla sua capacità di commercializzare i suoi prodotti, con una forte domanda ancora in arrivo, anche se i ricavi del Q2 dovrebbero ancora rallentare a circa 90 miliardi di dollari, con Apple che ancora una volta rifiuta di offrire una guida in linea con i trimestri precedenti dall'inizio della pandemia. I profitti dovrebbero arrivare a 1,42c dollari per azione.

Risultati: Amazon Q1

Il prezzo delle azioni Amazon ha anche visto un trimestre indifferente, nonostante abbia riportato una guida abbastanza debole per il Q1 quando ha comunicato i suoi numeri del Q4 e dell'intero anno all'inizio di febbraio. Le vendite nette sono attese tra 112 e 117 miliardi di dollari, al di sotto delle aspettative del mercato di 120 miliardi di dollari, mentre il reddito operativo dovrebbe essere compreso tra 3 e 6 miliardi di dollari rispetto ai 9 miliardi di dollari di un anno fa. Parte della delusione è stata compensata dall'annuncio di un aumento del prezzo di Amazon Prime di 20 dollari all'anno o 2 dollari al mese per i suoi membri statunitensi, mentre gli investitori si preoccupavano che l'azienda mantenesse i suoi margini a fronte di costi più elevati. Nel Q4 Amazon ha assunto 140 mila dipendenti in più, mentre nel corso dell'anno le spese operative sono aumentate da 363 miliardi di dollari nel 2020, a 445 miliardi di dollari. La grande preoccupazione per un aumento dei prezzi come questo è che potrebbero sperimentare qualche cambiamento, tuttavia sembra che il management stia scommettendo che una nuova serie del Signore degli Anelli e i diritti di streaming del calcio del giovedì sera potrebbero far pendere la bilancia a loro favore. Il suo business cloud è stato anche un contributo significativo, nel Q4 il business cloud AWS ha registrato un fatturato di 17,8 miliardi di dollari, un aumento del 40% rispetto allo scorso anno, oltre a battere i 16,1 miliardi di dollari del Q3, che è stata una continuazione dei miglioramenti trimestre su trimestre visti durante tutto lo scorso anno. Gli investitori sperano che questo trend di crescita continui, mentre guardiamo avanti al prossimo split azionario 20:1, che è stato annunciato a marzo, ed è impostato per avere luogo il 6 giugno soggetto all'approvazione degli azionisti. I profitti dovrebbero arrivare a 8,51c dollari per azione.

VENERDÌ​ 29 AVRIL

Germania, Francia, Italia e Spagna PIL Q1  

La recente impennata dei prezzi dell'energia e delle materie prime in generale dovrebbe avere un effetto raggelante sulla produzione economica nel Q1, e questo prima di considerare il conflitto in Ucraina. La Bundesbank tedesca ha già indicato che l'economia tedesca è destinata alla recessione a causa dell'enorme impennata dei prezzi dell'energia, e se il petrolio e il gas russo vengono messi sotto embargo, questo effetto sarà probabilmente moltiplicato. L'economia tedesca era già in contrazione alla fine dell'anno scorso, e il PIL preliminare del primo trimestre di questa settimana dovrebbe arrivare al 0,2%, anche se potremmo plausibilmente vedere un numero negativo. L'economia francese dovrebbe rallentare dallo 0,7% nel Q4 dello scorso anno al 0,3 %. L'economia italiana dovrebbe rallentare bruscamente dallo 0,6% allo 0,1% nel Q1, e l'economia spagnola dovrebbe rallentare allo 0,5%, dal 2,2% del Q4.

IPC dell' UE (Aprile) 

Nonostante un tasso di inflazione che è già ad un livello record del 7,4%, la recente riunione della BCE ha visto un'inclinazione leggermente più accomodante del presidente Lagarde e del consiglio direttivo. Questo è stato un po' una sorpresa per molte persone, data la tendenza aggressiva vista nella riunione di marzo. Questa posizione ha già iniziato a cambiare, anche se i prezzi core rimangono oltre la metà di quelli del IPC principale al 2,9%. Abbiamo visto una serie di politici della BCE diventare più espliciti riguardo ad un aumento dei tassi già a luglio, con il membro belga del consiglio della BCE Pierre Wunsch e il vice presidente della BCE Luis de Guindos che dicono che una mossa a luglio sta diventando più probabile. È probabile che queste richieste diventino più forti se prendiamo spunto da dati come l'IPC core del Regno Unito e degli Stati Uniti, che inizialmente è rimasto indietro rispetto al tasso principale e ora sembra accelerare. La BCE sembra sottovalutare questo effetto, anche se c'è un po' più di allentamento nel mercato del lavoro dell'eurozona, il che significa che la crescita dei salari sarà più in ritardo. Un altro numero caldo, con un cambiamento al 7,6%, aumenterà la pressione per un rialzo dei tassi a luglio ancora di più.

US PCE (Marzo)

I recenti commenti del presidente della Fed di St. Louis James Bullard suggeriscono che, pur non essendo il suo caso base, potrebbe considerare un aumento del tasso di 75bps quando la Federal Reserve si riunirà il mese prossimo. I mercati stanno già valutando la probabilità di vedere una mossa di 50bps nel tasso dei fondi Fed, e sembrano essere relativamente a loro agio con questa idea ora. C'è stata poca o nessuna indicazione che l'inflazione principale stia rallentando, visti i recenti numeri di IPC e PPI che abbiamo visto a marzo. Dato che il deflatore core è la misura preferita dalla Fed per mirare all'inflazione, ha poco senso che le stime per il deflatore core di marzo siano per un modesto rallentamento dal 5,4% di febbraio al 5,3%, anche se la recente forza del dollaro USA potrebbe avere un modesto effetto di trascinamento deflazionistico. Il deflatore PCE dovrebbe arrivare al %, in calo/aumento rispetto al 6,4%  .  

Calendario utili

LUNEDI 25 APRILE RISULTATI
Coca-Cola (US) Q1
Activision Blizzard (US) Q1
Deutsche Börse (DE) Q1
Bolloré (FR) Q1
MARTEDÌ 26 APRILE RISULTATI
Microsoft (US) Q3
Alphabet (US) Q1
3M (US) Q1
General Electric (US) Q1
General Motors (US) Q1
PepsiCo (US) Q1
Visa (US) Q2
Orange (FR) Q1
Michelin (FR) Q1
MERCOLEDÌ 27 APRILE RISULTATI
Boeing (US) Q1
Ford (US)  Q1
Meta (US) Q1
Schneider Electric (FR) Q1
Boston Scientific (US) Q1
Deutsche Bank (DE) Q1
GIOVEDÌ 28 APRILE RISULTATI
Amazon (US) Q1
Apple (US) Q2
Mastercard (US) Q1
Robinhood Markets (US) Q1
Twitter (US) Q1
Sanofi (FR) Q1
Pernod RIcard (FR) Q3
Accor (US) Q1
VENERDÌ​ 29 APRILE RISULTATI
AstraZeneca (UK) Q1
Colgate-Palmolive (US) Q1
Exxon Mobil (US) Q1
Amundi (FR) Q1

Gli annunci dell'azienda sono soggetti a modifiche. Tutti gli eventi elencati sopra sono corretti al momento della scrittura.


CMC Markets è un fornitore di servizi di sola esecuzione. Queste informazioni (che contengano o meno opinioni) hanno solo scopo informativo e non tengono conto delle circostanze o degli obiettivi personali dell'utente. Nessuna delle informazioni contenute in questo documento è (o dovrebbe essere considerata) una consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo su cui si può fare affidamento. Nulla nei documenti costituisce una raccomandazione da parte di CMC Markets o dell'autore secondo cui un particolare investimento, titolo, transazione o strategia d'investimento sia adatto a una particolare persona. I materiali non sono stati preparati in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca di mercato degli investimenti. Sebbene non sia espressamente vietato a noi trattare prima di fornire questo materiale, non cerchiamo di trarne profitto prima della sua diffusione.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 73% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.