La politica ha dominato la scorsa settimana ed è probabile che sarà preminente anche per questa. La maggior parte dei mercati azionari europei ha chiuso positivamente venerdì, nonostante il continuo stallo tra l'Italia e l'UE sul budget.

Bruxelles ha dichiarato che avvierà  le procedure di infrazione contro il governo italiano, ma non sono emersi dettagli. La disputa è incentrata sul fatto che il governo italiano vuole gestire un deficit di bilancio del 2,4%. Matteo Salvini, uno dei due vicepremier, è pronto ad aumentare la spesa pubblica nel tentativo di rilanciare la crescita economica. Salvini ha dichiarato di non essere "fissato" sulla dimensione del deficit di bilancio fintanto che l'economia cresce e questo suggerisce che è aperto a negoziare, il che potrebbe comportare una certa pressione sul mercato dei titoli di stato italiani. Gli operatori temono la situazione del debito italiano e temono che possa scatenare una crisi del debito nella regione.

Theresa May ha davanti a sé un compito difficile in quanto deve ottenere l'approvazione dell'accordo di uscita dal proprio partito. L'UE durante il fine settimana ha chiarito che si tratta di una situazione per cui si prende o si  lascia  in merito all'accordo. Il primo ministro May farà di tutto per convincere altri conservatori a sostenerla visto che molti parlamentari pro-Brexit e antt-Brexit non apprezzano l'accordo raggiunto. Ci sono domande su cosa succederebbe nel caso in cui l'accordo venisse respinto: si aprirà la possibilità di una Brexit no-deal.

I mercati azionari asiatici sono per lo più in rialzo nel corso della seduta e l'Hang Seng è stato il protagonista. Gli operatori stanno guardando al summit del G20, che inizierà dopo questa settimana e gli incontri USA-Cina saranno al centro dell'attenzione dei trader.

Secondo Adobe Analytics, le vendite statunitensi del Black Friday sono aumentate del 23,6% a 6,22 miliardi di dollari, un livello record. La società che raccoglie i dati dei principali rivenditori al dettaglio ha affermato che oltre 2 miliardi di dollari sono stati spesi per gli smartphone durante il Black Friday -  record di vendite per un solo giorno. Questo può aiutare il prezzo delle azioni di Apple, che ha recentemente sofferto.

I rivenditori al dettaglio di prodotti tecnologici saranno al centro dell'attenzione al momento del lancio del Cyber Monday e Abode Analytics prevede che le vendite saranno di 7,8 miliardi di dollari.

Il petrolio è crollato di nuovo venerdì mentre i trader  sono preoccupati per l'eccesso di offerta. L'Arabia Saudita ha affermato che la produzione riprenderà a salire e questa decisione si colloca in mezzo in un contesto di aumenti di scorte di petrolio. Dal picco di ottobre, il West Texas Intermediate e il Brent  hanno perso rispettivamente il 34% e il 32%. L'OPEC si incontrerà il 6 dicembre e si discute molto di un taglio di produzione coordinato, ma questo ha chiaramente sostenuto i prezzi finora.

Le tensioni stanno aumentando tra Russia e Ucraina dopo che la marina russa ha aperto il fuoco e ha sequestrato tre navi ucraine nella penisola di Crimea ieri. Le relazioni tra i due paesi sono state tese da quando la Russia ha annesso la Crimea nel 2014. Ogni volta che uno o entrambi i paesi sono sotto i riflettori diplomatici, Evraz e Ferrexpo spesso subiscono pressioni.

Il rapporto sul clima commerciale tedesco Ifo sarà annunciato alle 10:00 e gli operatori si aspettano che la lettura sia di 102,3, che rappresenterebbe  un calo rispetto alla lettura di 102,8 di ottobre. Il dato è in calo da due mesi e la settimana scorsa abbiamo assistito  a aggiornamenti deludenti sia per il settore manifatturiero che dei servizi per l'economia tedesca.

Alle 10:30 verranno rilasciati i dati sulle nuove approvazioni di mutui nel Regno Unito e gli economisti si attendono 38.900 nuove approvazioni, il che rappresenterebbe un miglioramento rispetto ai 38.500 di settembre. Negli ultimi mesi il numero di approvazioni di mutui è diminuito, ci sono timori che il mercato immobiliare si raffreddi e  l'incertezza attorno alla Brexit è un fattore di non poco conto.

EUR/USD - ha iniziato a scendere  dalla fine di settembre e, se si mantenesse al di sotto dell'area 1.1510 / 00, potrebbe aprirsi la strada per il test della zona 1.1215. Una mossa al rialzo potrebbe imbattersi in resistenza a 1.1548 - la media mobile a 100 giorni.

GBP / USD - ha ampiamente spinto verso il basso da settembre e se la mossa ribassista continuasss, potrebbe raggiungere l'obiettivo di 1.2661. Una rottura sopra 1.3000 potrebbe portare in gioco l'area di 1.3174.

EUR / GBP - è salito a metà novembre e se la tendenza rialzista continuasse potrebbe arrivare a 0,8939 o a 0,9000. Un a rottura al di sotto di 0.8720 - corrispondente alla media mobile a 200 giorni potrebbe portare a 0.8700 in gioco.

USD / JPY - la tendenza al rialzo iniziata a marzo è ancora intatta e, se il trend positivo continuasse, potrebbe raggiungere il target di 114,73. Il supporto potrebbe essere trovato a 111.39.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma Next Generation. Performance nette al 26/11/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.