Just Eat

La fiducia dei consumatori al massimo degli ultimi 18 anni e le richieste di disoccupazione negli Stati Uniti che hanno toccato un altro minimo storico hanno aiutato il Dow finalmente a superare i precedenti massimi di inizio di quest'anno e nel processo ha trascinato anche lo S&P 500 a nuovi record.

Questa crescente ondata di ottimismo, nonostante sullo sfondo ci siano i continui tweet irritati del presidente Trump, ha avuto l'effetto di sollevare tutte le barche, facendo salire i mercati asiatici con il Topix giapponese che ha toccato un massimo di quattro mesi.

Anche i mercati in Europa, che fino a poco tempo hanno avuto un andamento divergente dai mercati statunitensi, godranno di una buona settimana con il DAX che raggiungerà i massimi livelli questo mese, oltre a far segnare una seconda settimana di guadagno consecutiva. Intnato abbiamo visto i mercati europei aprirsi più in alto stamattina seguendo i segnali della sessione americana della scorsa notte e della sessione asiatica positiva di questa mattina.

I rialzi odierni sono stati guidati dai titoli legati alle risorse di base e ai titoli finanziari che stanno beneficiando dei prezzi più elevati delle materie prime e dei rendimenti crescenti, guidati da Anglo American, Glencore e Royal Bank of Scotland.

Sul fronte societario Royal Dutch Shell sarebbe in trattative per vendere 1,3 miliardi di asset di Gulf Coast, mentre ha ottenuto un accordo di lungo periodo per la fornitura di un impianto a Panama.

L'asta per Sky dovrebbe iniziare oggi con 21st Century Fox e Comcast che si stanno preparando per avanzare le offerte per l'emittente britannica.

Il prezzo delle azioni di Just Eat è in netto calo ai minimi di un anno in scia alle notizie secondo cui Uber avrebbe cercato di acquistare Deliveroo.

Smith's Group è l'ultima azienda ad a lanciare un profit warning legato alle oscillazioni delle valute sui suoi costi, dopo Diageo ieri, datoche ha riferito che i profitti sono diminuiti dell'8%, nonostante un aumento dei ricavi. La società ha dichiarato di aver venduto il suo business di imbottigliamento dell'acqua per 40 milioni di dollari, mentre il business legato alla salute ha continuato a sottoperformare.

Sul fronte dei dati abbiamo visto prove negli ultimi mesi che le attuali tensioni commerciali hanno influenzato le condizioni economiche in Europa con l'ultimo dato del PIL francese del secondo trimestre, che mostrato come l'economia francese abbia subito un brusco rallentamento nella prima metà di quest'anno, dopo un discreto rimbalzo nel 2017.

Stamattina sono stati confermati due trimestri consecutivi di crescita dello 0,2%, mentre gli ultimi PMI manifatturiero e servizi per settembre hanno mostrato poche indicazioni che la crescita potrebbe migliorare nel terzo trimestre, calando a 52,5 per la produzione e 54,3 nei servizi.

In Germania sembra esserci una situazione simile per il PMI manifatturiero in ulteriore indebolimento a 53,7 da 55,7, anche se i servizi sono stati leggermente più resilienti, salendo a 56,5 da 55.

Proprio quando pensi che l'opinione per i politici non possa scendere ulteriormente, eventi come quelli di Salisburgo fanno sì che uno riesamini il proprio giudizio. L'isteria di titoli come "blind Brexit" e "imboscata europea" a Salisburgo avrebbero generalmente creato un senso di enorme incertezza attorno alla sterlina, ma nel complesso, nonostante alcune pressioni iniziali di vendita, la sterlina sembra aver marciato sopra i titoli dei giornali, mentre i trader hanno liquidato gli eventi come il solito teatrino della politica che circonda questi meeting. Quando la retorica viene eliminata la realtà è che non siamo più vicini, ma neanche più lontano da dove eravamo lunedì.

Nonostante ciò, è difficile non avere l'impressione che i politici di qualsiasi fazione su entrambi i lati della discussione si preoccupino più delle proprie narrazioni politiche ristrette rispetto alle persone che professano di servire.  I mercati statunitensi sembrano pronti a riprendere da dove avevano lasciato ieri e aprire a nuovi livelli record più tardi oggi, in seguito ai dati decenti di ieri, che hanno visto i rendimenti USA salire più vicini ai massimi degli ultimi anni, con il rendimento a 2 anni ora al 2,81%, mentre il rendimento a 10 anni al 3,07% .Si prevede che l'ultimo PMI manifatturiero e dei servizi mostrerà ulteriori miglioramenti con un aumento a 55,1 e 54,9 rispettivamente, poiché l'economia statunitense continua a beneficiare dei tagli fiscali all'inizio di quest'anno.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.