La sessione di ieri si è rivelata un po' incerta per i mercati europei e statunitensi e questa tendenza sembra essersi ripetuta in Asia questa mattina, mentre gli investitori attendono la prossima mossa nelle trattative commerciali in corso tra USA e Cina.

Il Nikkei 225 è stato il protagonista, registrando forti guadagni per la seconda sessione di seguito. Ci sono state poche reazioni degne di nota alle notizie secondo cui il leader della Corea del Nord, Kim Jong Un, stia cercando di organizzare un altro incontro con il presidente Trump.

In questo contesto da "attendere e vedere" i mercati europei hanno aperto la mattinata, con il FTSE100 che è sceso in scia ad una sterlina leggermente più solida, cercando di stabilizzarsi appena sopra i minimi degli ultimi cinque mesi toccati la scorsa settimana, aiutata in gran parte dalla mancanza di eventuali nuovi sviluppi nelle negoziazioni commerciali.  Il ritardo nell'implementazione di nuove tariffe potrebbe essere la tentazione per invogliare alcuni investitori a rituffarsi in acqua, se così si può dire, selezionando in modo attento, mentre il DAX e il CAC40 sono cautamente in rialzo.

Sul fronte dei conti societari Ashtead, specialista nel noleggio di attrezzature industriali e per le costruzioni, ha visto salire le sue azioni dopo aver registrato un fatturato per il primo trimestre superiore alle aspettative,  arrivando a oltre 1 miliardo di sterline. I profitti prima delle tasse hanno superato le aspettative toccando i 285 milioni di sterline, contro 270,5 milioni attesi. Il management ha anche alzato la guidance annuale dell'azienda alla luce dei numeri di oggi, ma anche in linea con un miglioramento dei ricavi da locazione che hanno mostrato un aumento del 19%.

La recente debolezza della sterlina rispetto ai massimi di aprile contro il dollaro USA ha chiaramente aiutato i risultati, un fatto riconosciuto dal senior management, dato che la società genera la maggior parte dei suoi ricavi negli Stati Uniti dalla sua controllata Sunbelt Rentals.

Anche il settore retail è al centro dell'attenzione con gli ultimi numeri di JD Sports che mostrano, nonostante il pessimismo che aleggiano nel settore con House of Fraser e Debenhams, che buone notizie sono ancora possibili. All'inizio di quest'anno, JD Sports ha sorpreso alcuni esperti del settore espandendosi negli Stati Uniti con l'acquisizione di Finish Line per 400 milioni di sterline, una società che è uno dei principali fornitori del grande magazzino Macy.

Considerata la forza finora vista quest'anno dai consumatori statunitensi, questa sembra essere stata una mossa intelligente, tuttavia le tensioni sui portafogli dei consumatori statunitensi non sono poi così diverse da quelle dei consumatori del Regno Unito, il che significa che JD Sports è altrettanto vulnerabile alle minacc che provengono dall' on-line poste da Amazon e dalle sue controparti statunitensi. Detto questo, il prezzo di 400 milioni di sterline sembra un piccolo prezzo da pagare per accedere a uno dei mercati di articoli per il tempo libero più grandi al mondo.

I risultati per il primo semestre di oggi sembrano confermarlo con ricavi in crescita del 35% a 1.85 miliardi di pound, con vendite in rialzo del 3% a parità di perimetro. Anche gli utili ante imposte sono aumentati del 19% a 121 milioni di sterline, grazie anche al recente acquisto della catena statunitense Finish Line. Inoltre il business UK ha dato un contributo positivo nonostante la situazione difficile dei punti vendita nel Regno Unito. La società ha dichiarato di aspettarsi di raggiungere l'obiettivo dei profitti per l'intero anno, con la recente acquisizione negli Stati Uniti che dovrebbe dare un contributo molto maggiore rispetto ai 6,2 milioni di dollari che abbiamo visto nei numeri del primo semestre.

Sul fronte delle valute, la sterlina ha continuato la sua recente ripresa sostenuta da un tono più conciliante del capo negoziatore dell'UE, Michel Barnier, nonché da un'economia che sembra ignorare gran parte dell'incertezza della Brexit di cui si parla negli ambienti politici.

Ieri abbiamo avuto un'istantanea di come l'economia britannica ha performato a luglio ed è stata un'immagine abbastanza positiva. I dati economici di oggi probabilmente non faranno nulla per alterare quella percezione con gli ultimi dati sulla disoccupazione che dovrebbero rimanere stabili al 4%, mentre la Banca d'Inghilterra spera che il rimbalzo degli stipendi negli Stati Uniti la scorsa settimana si rifletta sui numeri delle paghe di oggi. . Le attese per i salari settimanali, esclusi i bonus, dovrebbero tornare ai massimi di quest'anno con un aumento al 2,8% dal 2,7%.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 10/09/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  cfds">CFD e del Forex alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance