market falling stocks lower bear market

I mercati azionari europei hanno colto un buon rimbalzo ieri, dopo che il presidente Trump ha fatto un passo indietro a proposito delle minacce di ridurre gli investimenti nei mercati statunitensi da società che hanno una proprietà per almeno il 25% cinese. Il Presidente ha detto che rinvierà tutte le decisioni al Comitato per gli Investimenti Stranieri negli Stati Uniti recentemente rafforzato per affrontare le preoccupazioni circa gli investimenti all'estero in società statunitensi che potrebbero essere considerate commercialmente sensibili. Probabilmente si tratta di una questione di semplice semantica e probabilmente intende ancora che l'amministrazione statunitense possa bloccare le offerte che non gradite, solo saranno in grado di farlo in modo più giudizioso.

Questo ammorbidimento della posizione sembra essere la vittoria per l'approccio più moderato sostenuto dal Segretario del Tesoro Steve Mnuchin nei commenti fatti all'inizio di questa settimana, e una battuta d'arresto per Peter Navarro, il consulente commerciale del Presidente. Nonostante questa piccola vittoria della fazione moderata, rappresenta solo un passo in quello che è stato un messaggio abbastanza incoerente dai funzionari USA questa settimana, e ci saranno sicuramente ulteriori ostacoli sulla strada, mentre ci dirigiamo verso la scadenza della settimana prossima dopo il quale saranno introdotte le tariffe cinesi .

Una grande discesa delle scorte petrolifere americane ha anche aiutato a vedere i mercati azionari europei finire la giornata in forte rialzo, e mentre i mercati statunitensi li hanno seguiti al rialzo per un breve periodo, i guadagni sono stati presto azzerati nella sessione pomeridiana americana quando le azioni nel settore tecnologico e finanziario hanno invertito i mercati statunitensi in un finale negativo.Le banche stanno soffrendo da diversi giorni a questa parte, scendendo costantemente per la maggior parte delle tre settimane, per la preoccupazione che una curva di rendimento appiattita renderà molto più difficile generare profitti a lungo termine. Anche se la Federal Reserve americana sta delineando i suoi piani per aumentare ulteriormente i tassi quest'anno e ridurre gradualmente i suoi bilanci, le banche sono state messe sotto pressione dal momento che i tassi di interesse a breve e lungo termine convergono al differenziale minimo dall'agosto 2007 .

La caduta dei titoli tecnologici non è così sorprendente, date le loro ricche valutazioni, ed è stato un pullback in ritardo, ma l'incapacità dei mercati statunitensi a rimbalzare, nonostante questo apparente ammorbidimento della posizione da parte dell'amministrazione statunitense solleva qualche dubbio sul fatto che potremmo essere pronti per una maggiore debolezza mentre ci dirigiamo verso la fine del trimestre.

Il sell-off della scorsa notte negli Stati Uniti potrebbe anche tradursi in un inizio più debole per i mercati europei questa mattina, in vista dei numeri preliminari dell'indice dei prezzi al consumo per giugno provenienti da Germania, Spagna e Italia, che dovrebbero raggiungere il 2%. La BCE pubblicherà anche il suo ultimo bollettino economico, giudicando la salute dell'economia dell'UE.

Avremo anche la lettura finale del PIL degli Stati Uniti del primo trimestre, che dovrebbe essere confermata al 2,2%.

La sterlina potrebbe avere una tregua oggi dopo diversi giorni di pressioni, come conseguenza di alcuni commenti accomodanti arrivati dal policymaker della Banca d'Inghilterra Jonathan Haskel, all'inizio di questa settimana. Ha suggerito che il grado di ristagno nel mercato del lavoro potrebbe essere sottovalutata, il che a sua volta potrebbe rimettere in discussione la prospettiva di un rialzo dei tassi quest'anno. Più tardi questo pomeriggio, il capo economista della Bank of England Andrew Haldane, avrà l'opportunità di proporre una contro argomentazione quando parlerà a Londra.

All'ultima riunione della politica della Bank of England della scorsa settimana, Haldane si è unito allo schieramento dei falchi sostenendo che i tassi di interesse debbano salire a causa delle preoccupazioni per la riduzione della capacità di riserva nel mercato del lavoro del Regno Unito, un' opinione completamente opposta a quella esposta all'inizio di questa settimana, da Haskel che presto sarà suo collega. Gli investitori sperano che Haldane faccia luce sulle principali ragioni della sua improvvisa conversione da colomba a falco, e quindi contribuisca a mettere un sostegno alla sterlina che è scivolata di oltre il 9% dai suoi picchi di 1.4350 di aprile contro il dollaro.

EURUSD - il ritorno al di sotto dell'area 1.1600 apre un nuovo test dei minimi di maggio a 1.1510 / 20. Una rottura sotto 1.1500 ha il potenziale per aprire unadiscesa verso il livello 1.1360. Un ritorno al di sopra di 1.1630 rappresenterebbe una stabilizzazione.

GBPUSD - sta testando il supporto della trendline partita dai minimi del 2017, che arriva al livello di 1,3100 / 10. Una rottura al di sotto di 1.3100 apre una potenziale mossa verso 1.2980, mentre un ritorno al di sopra di 1.3220 indicherebbe un possibile ritorno all'area 1.3320.

EURGBP - Ancora limitato con resistenza vicino alla media mobile a 200 giorni nell'area 0,8820 / 30 con i minimi recenti a 0,8700 come prossimo supporto chiave. Un passaggio da qui apre le porte verso zona 0.8640.

USDJPY - ieri è tornato sopra l'area di 110,00, riportando a fuoco i recenti massimi a 111,00. Il supporto ora arriva nell'area 109.70 e 109.20.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 28/06/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">cfds">cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance