Il premier cinese Li Keqiang ha affermato che l'economia cinese dovrebbe essere cresciuta del 6,9% nel 2017. Lo riporta l'agenzia Xinhua. "A livello generale la situazione è migliore delle attese", ha aggiunto il primo ministro. Nel 2016 il prodotto interno lordo di Pechino era salito del 6,7% e secondo Li l'accelerazione del 2017 è dovuta alle riforme strutturali sul lato dell'offerta implementate dal Governo.  Il dollaro è rimasto sotto pressione durante la seduta asiatica dopo aver toccato i minimi da oltre quattro mesi contro il paniere delle principali valute mondiali, con il Wsj Dollar Index che, a Wall Street aperta, ha lasciato sul terreno lo 0,3%, scendendo su livelli che non si vedevano dal 28 agosto scorso. Le aspettative di una robusta ripresa economica nell'Eurozona stanno spingendo al rialzo l'euro a scapito del biglietto verde. Borse europee poco mosse in avvio in attesa da Francoforte dei resoconti della riunione di politica monetaria della Bce del 13-14 dicembre, da cui potrebbero arrivare spunti sul dibattito interno al consiglio sui tempi di una nuova eventuale rimodulazione del quantitative easing. Il dollaro recupera terreno sullo yen con l'allentamento dei timori di una riduzione degli acquisti di Treasuries da parte del governo di Pechino, dopo la precisazione delle autorità cinesi. Chiusura debole anche a Wall Street, tra prese di profitto dopo l'ottimo avvio del 2018 e timori di un ritorno dell'inflazione che potrebbe spingere le Banche centrali a inasprire più velocemente le loro politiche monetarie Il Dow Jones ha lasciato sul terreno lo 0,07%, l'S&P 500 lo 0,11% e il Nasdaq Composite lo 0,14%. Asia in rosso, col Nikkei che chiude in calo dello 0,33% mentre alle ore 8:05 italiane l’Hang Seng è piatto e Shanghai positiva per lo 0,08%. Oro debole a 1.318,3 dollari per oncia (-0,08%), petrolio americano (Wti) in calo dello 0,13% a quota 63,49 dollari il barile.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 11/01/2017

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.