• Petrolio in ribasso in questa prima seduta di ottobre, dopo l’ottima performance trimestrale per i mesi di luglio, agosto e settembre che hanno portato ad un forte rialzo vicino al 20%. Hanno avuto un impatto particolarmente negativo sulle quotazioni dell’oro nero i dati relativi alla produzione dei paesi Opec, in rialzo per il mese di settembre a causa dell’incremento produttivo.
  • Continua la discesa dell’oro che ha toccato il minimo delle ultime sette settimane a causa della risalita del dollaro e l’ottimo momento delle borse internazionali, mentre le aspettative crescenti di un aumento dei tassi di interesse da parte della Fed per dicembre ha aumentato pressione sulle quotazioni del metallo giallo.
  • I dati pubblicati venerdì dal Dipartimento Americano dell’Agricoltura nel suo report trimestrale hanno mostrato come un forte incremento della domanda di mais (corn) e semi di soia (soybean) durante i mesi estivi. Nonostante questo significativo incremento dei consumi, le scorte resta alte, alimentando l’idea che l’enorme offerta continuerà a caratterizzare il mercato.
  • Il governo della Costa d’Avorio ha stabilito un prezzo garantito del cacao molto al di sotto delle aspettative dei coltivatori, a causa delle preoccupazioni che una forte differenza di prezzo possa portare ad un aumento del contrabbando con il Ghana.
  • Rame in leggero rialzo in una settimana caratterizzata dalla totale chiusura dei mercati cinesi.

Petrolio – Brent

  • Dopo aver raggiunto il massimo di 59.51 $ al barile, livello che non veniva toccato dall’estate 2015
  • Il prezzo rimane solidamente sopra le medie mobili a 50 e 200 periodi che si sono incrociare al rialzo da pochi giorni
  • Stocastico Lento ha appena registrato un incrocio ribassista, con i primi supporti individuati dai frattali posti a 56 $ e a 54.88.

Gold

  • Oro in continua discesa viste le crescenti possibilità di un aumento dei tassi d’interesse da parte della Fed per il prossimo mese di dicembre
  • Il prezzo ha bucato la media mobile a 50 periodi, che continua ad essere sopra a quella a 200 ed entrambe per il momento sono inclinate positivamente
  • Primo supporto individuato dai frattali posto poco sotto il livello di 1270 $ all’oncia.

Corn

  • Mais chiuso in trading range nell’area 345/335, situazione di lateralità confermata dall’andamento dell’Rsi e dell’Awsome oscillator in zona neutra
  • Prezzo che continua a rimanere stabilmente al di sotto delle medie mobili a 50 e 200 periodi
  • Per il momento dai dati pubblicati negli Usa, l’offerta riesce a tenere testa alla crescente domanda come dimostrato dal buon livello delle scorte.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma">Piattaforma Next Generation. Performance nette al 10/02/2017

------------------------------------------------------------
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">cfds">cfds">cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.