Sembra che i vertici Ue e il Presidente del Consiglio greco parlino due lingue differenti. Gli uni attendono proposte concrete e gli altri son convinti di aver presentato proposte dettagliate con sacrifici per la propria popolazione. Eppure, considerando la pazienza che l’Europa sta tenendo, forse sarebbe stato necessario un attegiiamento differente da parte dei vertici greci, che, indubbiamente, devono tener conto anche delle promesse fatte in campagna elettorale e che, adesso, sembrano costretti a disattendere. Quello che è certo è che i mercati hanno bruciato gran quantità di denaro