Le rassicurazioni di Mario Draghi, che ha affermato che il QE rimarrà attivo "finchè ce ne sarà bisogno" hanno contribuito a rassicurare i mercati del Vecchio Continente. I pochi dati e notizie in arrivo nella giornata odierna, lasceranno spazio a una maggiore stabilità di mercato. La calma, però, secondo alcuni potrebbe essere effimera. "Il calo dell'obbligazionario non andrà via per l'estate, e influenzerà tutti gli altri asset", spiega Nick Lawson, trader di Deutsche Bank GBPUSD – Il cambio gbp/usd, dopo aver raggiunto un valore vicino ai massimi da 6 mesi, si potrebbe consolidarei verso il basso visto il calo dei rendimenti dei Gilt e dalle vendite di sterline contro euro visto il cambio favorevole. Siamo a 1.5773 al di sopra di 1.5570 su importante ritracciamento di Fibonacci (38.2 %) che ci suggerisce la possibilità di un ulteriore movimento al rialzo verso il livello del 50 % a 1,5880. Al ribasso bisogna perforare 1.5570 per vedere 1.5450 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.