Le borse europee sono rimaste sottopressione per tutta la settimana, con ulteriori ribassi nella seduta di ieri. I titoli legati alle risorse energetiche e minerarie sono stati appesantiti dal dollaro debole delle ultime sedute, e non sono riusciti a sfruttare il rimbalzo del dollaro a causa del non brillante andamento delle materie prime. Mentre il sentiment generale questa settimana resta ribassista a causa delle preoccupazioni per il rallentamento della crescita globale, alcuni dei dati economici hanno mostrato segnali positivi. Tra i dati più positivi troviamo il PMI spagnolo e tedesco che hanno battuto le aspettative, in controtendenza con il dato sulle vendite al dettaglio della zona euro in calo dello 0,5%. Durante la notte l’indice PMI servizi Markit/Caxin di Aprile ha mostrato un rallentamento della crescita cinese, con il dato in calo a 51,8 dai 52,2 di marzo. Il PMI nonostante resti ampiamente sopra il 50 punti, spartiacque tra crescita e rallentamento, ha disatteso le aspettative degli analisti. Per oggi è previsto il PMI britannico sui servizi, uno dei settori più importanti per il Regno Unito. Se il dato dovesse risultare sotto le aspettative, la crescita economica potrebbe ricevere un downgrade da parte della Bank of England settiamana prossima. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.