- Ultima riunione del Fomc guidata da Janet Yellen

- Venerdì non farm payroll

- Martedì discorso sullo stato dell'Unione di Trump

- In settimana importanti dati macro dall'Europa

Gli occhi degli operatori finanziari saranno concentrati questa settimana su due eventi principali: l’ultima riunione del Fomc con alla guida Janet Yellen e i non farm payroll in programma per venerdì alle 14.00. Intanto venerdì scorso il dato relativo al Pil americano ha deluso le attese, attestandosi ad un più 2.6% al di sotto del 3% previsto dal mercato. Difficile immaginare che la Fed possa decidere per un aumento dei tassi di interesse già da questa riunione. Sul fronte europeo martedì avremo i dati relativi al Pil dell’eurozona, mentre mercoledì avremo un aggiornamento su inflazione e tasso di disoccupazione.

Stati Uniti

Mentre i mercati continuano a salire sulla scia della buona stagione delle trimestrali, Janet Yellen si prepara a lasciare la Fed e difficilmente l’ultima riunione da lei guidata comporterà un aumento dei tassi d’interesse, mossa che con ogni probabilità spetterà al successore Jerome Powell in occasione del meeting in programma a marzo. Molto probabile che a muovere il mercato sarà martedì Donald Trump, che terrà il consueto discorso al Congresso sullo stato dell’Unione.

Venerdì avremo invece l’appuntamento mensile con i non farm payroll per il mese di gennaio, da cui è atteso un aumento del numero delle buste paga di 180 mila unità. Grande attenzione dovrà essere posta sulla crescita dei salari, che dovrebbe attestarsi al 2.6%. Nel frattempo eur/usd si è spinto per poco sopra il livello di 1.25, sulla scia della debolezza del dollaro causata anche dalle parole del Segretario al Tesoro Steven Mnuchin, poi parzialmente rettificate da Donald Trump.

Sul fronte azionario la settimana sarà ricca di trimestrali, tra cui spiccano quelle di Facebook, Alphabet, Apple, Amazon, Microsoft e Alibaba.

Europa

Importanti notizie sono previste anche dall’Europa in una settimana decisamente ricca di avvenimente, con dati estremamente significativi su crescita, occupazione e inflazione. Di seguito un elenco degli eventi più significativi:

  • martedì ore 7:30: Pil trimestrale Francia ( atteso: +0.6%, precedente +0.5%);
  • martedì ore 14:00: Indice dei prezzi al consumo Germania (att: +1.7%, prec: +1.7%);
  • mercoledì ore 10: Tasso di disoccupazione Germania (att: 5.5%, prec: 5.5%);
  • mercoledì ore 11: Tasso di disoccupazione Eurozona (att: 8.7%, prec: 8.7%);
  • giovedì ore 9:45: PMI Italia (att: 57.4, prec: 57.4);
  • giovedì ore 9:50: PMI Francia (att: 58.1, prec: 58.8);
  • giovedì ore 9:55: PMI Germania (att: 61.2, prec: 63.3);
  • giovedì ore 10: PMI Eurozona (att: 59.6, prec: 60.6);
  • venerdì ore 11: indice dei prezzi del consumo Italia ( att: +0.8%, prec: +1%).

Sottolineiamo ancora una volta l’importanza del dato relativo all’inflazione, il cui debole andamento degli ultimi due anni ha finito per rallentare il ritorno a politiche monetarie più convenzionali da parte dei banchieri centrali.

Cina

Importanti anche i dati in arrivo dalla Cina, in particolare saranno resi noti gli indici PMI e Caixin per il settore manifatturiero, da cui è attesa una riduzione rispetto al mese precedente a 51.5 e 51.3 punti. I due indici misurano l’andamento del settore manifatturiero, valori sopra 50 punti indicano un’espansione dell’attività manifatturiera. L’indice Caixin è dedicato alle piccole medie imprese cinesi.

In generale l’andamento dell’economia cinese continua ad essere buono e il dato relativo alla crescita del Pil per il 2017 ha superato anche i target dichiarati dal governo. Nel frattempo il reminbi continua ad apprezzarsi nei confronti del dollaro, come tutto il comparto delle valute emergenti.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 29/01/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance