La Federal Reserve ha rialzato i tassi d'interesse a breve termine, confermando tre mosse nel 2017. "Il messaggio è semplice: l'economia sta performando bene", ha sottolineato il presidente della Banca Janet Yellen, aggiungendo di avere "fiducia nella solidità dell'economia e nella sua resistenza agli shock". Per il 2018 la Fed prevede altre tre strette graduali, così come aveva già pronosticato a dicembre. Alla fine del periodo i tassi dovrebbero attestarsi al 2,1%. Inoltre la Fed non ha rivisto le sue stime sulla crescita dell'economia Usa per quest'anno, che è del 2,1%, mentre ha rialzato quella del 2018 dal 2% di dicembre al 2,1%. Per il 2019 prevede una crescita del pil del 3%, in leggero rialzo rispetto al 2,9% di dicembre. Per il momento l'istituto non intende considerare gli effetti sull'economia dei progetti di rilancio dell'amministrazione Trump. Il Tesoro Usa prevede una crescita del pil Usa del 3% nel 2018. La Fed è inoltre sempre più fiduciosa che l'inflazione raggiunga l'obiettivo del 2%. I membri del Fomc ritengono che l'indice dei prezzi al consumo "si stabilizzerà attorno al 2% nel medio termine" e che la politica monetaria riuscirà a garantire "un ritorno costante dell'inflazione al 2%". Nel comunicato la Fed ribadisce il suo obiettivo d'inflazione come "simmetrico", un segnale che indica la tolleranza della Banca nei confronti di un eventuale movimento dell'inflazione leggermente al di sopra del target stabilito, per un breve periodo. Spostando l'attenzione in Europa, l'establishment politico olandese non ha ceduto al populismo del partito di Geert Wilders, portando alla vittoria delle elezioni il premier uscente Mark Rutte. La Banca del Giappone ha invece lasciato invariata la propria politica di misure espansive, anche se le altre principali banche centrali, compresa la Fed, stanno assumendo un atteggiamento sempre più aggressivo. L'economia giapponese si sta riprendendo, grazie ad uno yen più debole e ad alcune mosse dell'aministrazione Usa --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.