Dopo la vittoria in Wisconsin, le proiezioni dei media Usa hanno confermato che Donald Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti. I 10 grandi elettori ottenuti in questo Stato del Midwest lo portano a un soffio dalla necessaria quota dei 270 necessari per entrare alla Casa Bianca. Il candidato repubblicano era stato considerato certo dell'elezione da alcune testate già dopo la conquista della Pennsylvania, quando è parso chiaro che per Hillary Clinton non c'era più speranza di invertire la rotta. La candidata democratica ha telefonato al rivale repubblicano e ha riconosciuto la sua vittoria. I mercati azionari europei reagiscono con pesanti perdite alla vittoria di Trump sulla Clinton nella corsa alla Casa Bianca. Dopo i forti ribassi in Asia con Tokyo che ha ceduto il 5,4%, anche le borse europee aprono fortemente negative: Piazza Affari è sotto di oltre il 3%, Madrid di quasi quattro punti, Francoforte e Parigi del 2,8%. C’è forte volatilità e si fa la corsa ad asset rifugio quali oro e yen. Anche in prospettiva, l'elezione del candidato repubblicano potrebbe inaugurare un periodo di incertezza a livello politico ed economico Trump è percepito dai mercati come un'incognita che si pone in discontinuità con il suo stesso partito. I primi commenti sull'esito delle elezioni americane sono tutti improntati alla prudenza circa come i mercati digeriranno il nuovo presidente: "L’imprevedibilità di Trump e la sua mancanza di esperienza politica sono motivo più che sufficiente per affrontare i prossimi mesi con una certa cautela – sostengono gli analisti di Deutsche. Anche se Trump seguisse solo la metà delle promesse della sua vigorosa campagna, questo causerebbe una notevole agitazione. Le probabilità di un rialzo dei tassi americani a dicembre scendono sotto il 50%. E' questo uno dei dati più significativi dell'oramai quasi inevitabile elezione di D. Trump a nuovo presidente statunitense. Il dato che sfiorava il 70% nelle ultime giornate è crollato nella notte al di sotto di quota 50%. Gli operatori scommettono su un cambio radicale ai vertici della Federal Reserve, leggi Janet Yellen, che potrebbe decidere di rinviare nuovamente il rialzo dei tassi americani. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.