Ieri il petrolio ha segnato un tonfo di oltre il 5% e questa mattina le quotazioni del Wti a New York segnano un calo di oltre 2 punti e mezzo percentuale in area 30,6 dollari al barile, sui nuovi minimi a oltre 12 anni. Discesa sotto quota 31 dollari anche per il Brent che viaggia ai livelli più bassi dall'aprile 2004. Da inizio anno il prezzo del Wti è già sceso di circa il 20%. Il 2015 si era chiuso con un saldo negativo di oltre il 30%. L'Iran intanto si sta preparando ad aumentare la produzione di greggio già marzo non appena finiranno le sanzioni internazionali che bloccano le esportazioni. Intanto domani sono arrivo i nuovi dati settimanali sulle scorte di greggio negli Usa, attese in aumento di 2 milioni di barili la scorsa settimana --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.