La Banca del Giappone con una decisione sorprendente ha aumentato i suoi stimoli monetari, introducendo inaspettatamente un tasso d'interesse negativo. L'economia stagnante, la bassa inflazione e le turbolenze dei mercati finanziari stanno mettendo in discussione l'Abeconomics del Primo Ministro giapponese, e la Banca centrale ha dichiarato di aver tagliato a -1% ( dal precedente 1%) i tassi di deposito sui contanti che le banche commerciali, in eccesso di riserve obbligatorie, vi lasciano. L'obiettivo e' far diminuire i costi del debito in un ampio arco temporale per stimolare l'inflazione. "Per prevenire la manifestazione di rischi negativi e per mantenere lo slancio volto a raggiungere l'obiettivo del target inflazionistico del 2%, la banca ha deciso di introdurre un tasso d'interesse negativo. Valuteremo, se necessario, ulteriori tagli degli interessi in territorio negativo", ha dichiarato ufficialmente la BoJ. Il programma di acquisto titoli della BoJ e' rimasto invece invariato a 80 mld yen (673 mld usd) all'anno. In una relazione trimestrale sulle prospettive di crescita e dei prezzi, la banca ha posticipato la data per raggiungere l'obiettivo d'inflazione del 2% alla prima metà del 2017, terza variazione in meno di un anno, citando i prezzi dell'energia come causa principale. Ma non finisce qui: La PBoC invece ha iniettato ulteriori 100 mld di yuan (15,21 mld usd) nel sistema finanziario attraverso un'operazione supplementare di mercato aperto, spingendo questa settimana il totale netto dei suoi interventi a un record di 690 miliardi di yuan. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.