Il presidente Usa, Donald Trump, nel suo discorso al Congresso americano non ha fornito grossi dettagli agli investitori ma ha offerto linee guida per abrogare e sostituire l'Obamacare, per ricostruire strade e ponti della nazione, dichiarando anche di voler trovare un compromesso sulla revisione delle leggi sull'immigrazione. Infine il presidente ha promesso nuovamente massicci tagli fiscali per la classe media con i mercati che hanno apprezzato i toni più morbidi usati dal presidente e soprattutto hanno positivamente impattato le parole di diversi banchieri della Fed, tra cui John Williams e William Dudley, che hanno fatto intendere che un rialzo dei tassi di interesse nella riunione di metà mese è prossimo. In tema di tasse, Trump ha ribadito che "le aziende Usa sono tassate con una delle più alte aliquote al mondo". Per questo il suo team di esperti economici sta sviluppando una "riforma storica del fisco che ridurrà le aliquote per le nostre aziende in modo tale che possano competere e crescere ovunque" Il dollaro, dopo una prima fase di debolezza durante il discorso al Congresso Usa del presidente Donald Trump ha accelerato al rialzo in scia ai commenti da falco di diversi membri della Federal Reserve. Sul fronte dei cambi l'usd/yen viaggia è tornato sopra 113 e tratta a 113,525, l'euro/usd è a 1,0553 e il gbp/usd è sotto 1,24 a 1,2364. L'attenzione degli investitori si è quindi spostata sul prossimo meeting della Fed. Sul fronte macro da seguire oggi gli indici Pmi manifatturieri di Italia, Francia, Germania, Eurozona e Gran Bretagna e il tasso di disoccupazione e l'inflazione in Germania. Negli Usa focus sulle spese personali per consumi, i redditi personali di gennaio, l'indice Pmi manifatturiero, l'Ism manifatturiero e le scorte settimanali di petrolio. L'indice Nikkei-225 ha terminato la seduta in rialzo dell'1,4% a 19.393 punti. Alle 8 ora italiana sia Hong Kong che Shanghai guadagnavano lo 0,2%. Oro in deciso calo, oggi, a 1.244,80 dollari per oncia (-0,7%), petrolio stabile rispetto alla chiusura di ieri a Wall Street (53,98 dollari il Wti americano). --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.