La Sterlina da inizio settimana ha perso  oltre 2 figure nei confronti del dollaro, nonostante alcuni dati positivi usciti negli scorsi giorni nel Regno Unito, come ad esempio i dati sull’occupazione di martedì, che hanno mostrato una diminuzione delle richieste di sussidi di disoccupazione.
Ad affossare la valuta sono stati principalmente due fattori: la lettura del dato sull’inflazione di mercoledì (che ha confermato un +2,4%, deludendo le aspettative di un +2,6%) e gli attriti  della politica britannica delle ultime settimane.

Nonostante il dato sull’inflazione meno brillante del previsto, i mercati si aspettano un rialzo dei tassi da parte della BOE. Se questo non dovesse avvenire, la sterlina risulterebbe ancora più debole con un ulteriore calo della quotazione GBP/USD.

Ieri il GBP/USD ha toccato 1,3009, il minimo degli ultimi 11 mesi, per poi chiudere a 1,3069.

Graficamente una chiusura sotto 1,3000 potrebbe comportare una accelerazione al ribasso.
La decisione sui tassi di interesse sulla sterlina britannica verrà resa nota il 2 Agosto.
Fino ad allora è possibile aspettarsi ulteriore debolezza sul cambio GBP/USD.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 19/07/2018


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.