L’inizio della settimana è stato piuttosto volatile per la sterlina, che ha aperto domenica sera in gap down contro le principali valute sull’aspettativa della conferenza stampa di Theresa May avvenuto ieri all’ora di pranzo, durante il quale il primo ministro inglese ha esposto le linee guida che orienteranno l’azione del suo esecutivo nel lungo processo di uscita dal mercato unico. La May ha ribadito come l’uscita sarà definitiva: “non vogliamo nessuna parziale appartenenza alla Ue, nessuna associazione con la Ue, niente che ci lasci metà dentro, metà fuori”. La vera novità sta nel fatto che l’accordo sarà poi sottoposto a ratifica parlamentare una volta concluso (non prima della primavera del 2019) e il parlamento in linea teorica potrebbe anche decidere di bocciarlo, lasciando lo status quo. Inoltre Theresa May ha minacciato di rendere il Regno Unito un vero e proprio paradiso fiscale nel caso in cui la UE optasse per un atteggiamento punitivo in sede di trattative. La reazione del mercato non si è fatta attendere e la sterlina ha recuperato il gap di inizio settimana. Oggi il focus è ancora sulla sterlina, visti che alle 10.30 è prevista la pubblicazione dei dati su disoccupazione e salari, che dovrebbero dare un’ulteriore sferzata alla valuta inglese. L’aspettativa è di un tasso di disoccupazione stabile al 4.8%, un aumento a 5 mila unità delle richieste di sussidi di disoccupazione e un aumento dei salari del 2.6%. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.