Europa

Il FTSE 100 sta subendo importanti perdite dato che le azioni minerarie, costruzioni, vendita al dettaglio e oil sono in ribasso questo pomeriggio. L'impennata della sterlina sulla scia dei commenti di Barnier sulla Brexit ha mandato l'indice fortemente esposto internazionalmente ancora più basso. Il negoziatore per l'UE è pronto a offrire al Regno Unito un accordo che non è stato offerto a nessun altro paese e gli operatori considerano questo come un passo nella giusta direzione.

Petrofac ha registrato un balzo del 20% nei profitti del primo semestre, ma cpnsiderando anche le poste straordinare, la società ha registrato una perdita di $ 17 milioni. L'azienda di servizi petroliferi ha iniziato una profonda revisione dell'attività un certo numero di anni fa, e quest'anno il gruppo ha venduto beni per un valore di 800 milioni di dollari. Il gruppo si impegna a diventare più snello e si sta concentrando sul proprio core business. Il dividendo provvisorio è rimasto invariato. Petrofac si è aggiudicato un contratto da 600 milioni di dollari in Algeria e ha confermato di essere in una buona posizione per aggiudicarsi altri contratti prima della fine dell'anno. Il prezzo delle azioni è in crescita da giugno 2017, e se la mossa verso l'alto continuasse, potrebbe raggiungere 700 pence.

Le azioni di James Fisher sono in rialzo dopo che la società ha rivelato un solido insieme di risultati del primo semestre. Le entrate sono aumentate del 12% e gli utili prima delle imposte sono aumentati del 20%. La divisione di supporto marittimo ha registrato una crescita del 23%, mentre le altre operazioni hanno visto una crescita percentuale a una cifra. L'acconto sul dividendo è aumentato del 9,5% e le prospettive per il resto dell'anno sono positive. Il prezzo delle azioni ha spinto più in alto negli ultimi sei mesi, e se la mossa rialzista continua, potrebbe targetizzare 2.000 pence.

Vendite sulla lira turca nuovamente sulla scia del declassamento di 20 istituzioni finanziarie di Moody. La mossa non è stata una grande sorpresa visto che Moody's e S&P hanno declassato il debito nazionale della Turchia all'inizio di questo mese. È una procedura fin troppo comune, in cui dapprima il debito nazionale viene declassato, e quindi le banche subiscono pressioni.

Le banche italiane sono anch'esse sotto pressione dopo che è stato riferito che il governo italiano ha chiesto alla Banca centrale europea di acquistare le sue obbligazioni al fine di mantenere bassi i suoi costi di indebitamento ed evitare potenzialmente i downgrade dalle agenzie di rating.

Stati Uniti

Le azioni sono ampiamente in rialzo perchè i trader sperano che i colloqui commerciali con il Canada andranno bene. Il sentiment è migliorato con il nuovo accordo con il Messico, e ora l'attenzione è concentrata sul Canada, dato che rappresenta l'ultimo tassello del puzzle. Il NASDAQ ha toccato il massimo storico dopo che Morgan Stanley ha aumentato il suo target di prezzo per Amazon a 2.500 dollari. Il titano di Wall Street ha anche emesso un target di prezzo di 1515 dollari per Alphabet. L'economia degli Stati Uniti è cresciuta del 4,2% nel secondo trimestre, e questo è stato un miglioramento della lettura preliminare del 4,1%, e gli economisti si aspettavano che la lettura di oggi fosse del 4%.

Forex

Il dollar index è rimbalzato oggi dopo aver toccato un minimo di quattro settimane ieri. Il movimento rialzista del biglietto verde si è verificato nella prima fase della sessione e ben prima della lettura impressionante del PIL. Stranamente, le cifre sulla crescita hanno avuto un impatto limitato sulla valuta. EUR/USD è stato influenzato dal dollaro USA più solido. Su base trimestrale, l'economia francese è cresciuta dello 0,2%, in linea con le aspettative degli economisti. Non sembra esserci troppa preoccupazione per la situazione in Turchia o in Italia, ma potrebbe cambiare nei prossimi giorni.GBP /USD è salito dopo che Michel Barnier, negoziatore europeo, ha dichiarato di essere pronto a offrire al Regno Unito un accordo che non è mai stato offerto a un paese terzo. I trader hanno preso questo come un segno che un accordo tra le due parti ha una maggiore probabilità di essere raggiunto. La data per raggiungere un accordo è stata rinviata a metà novembre, ma per ora i trader sono più ottimisti sull'affare raggiunto.

Materie Prime

L'oro ha spinto al rialzo nonostante il dollaro USA più forte. Quasi due settimane fa il metallo è sceso a un minimo di 20 mesi, e da allora ha colto un rimbalzo. La più ampia tendenza al ribasso è ancora intatta, ma il fatto che l'oro sia riuscito a fare progressi di fronte ai solidi dati sulla crescita negli Stati Uniti, suggerisce che potremmo assistere al proseguimento della tendenza positiva a breve termine.Il petrolio è balzato in alto dopo che l'ultimo rapporto di Energy Information Administration ha mostrato un calo di 2,56 milioni di barili nelle scorte di petrolio degli Stati Uniti, mentre la stima di consenso era per un calo di 1,39 milioni di barili. Le scorte di benzina sono diminuite di 1,55 milioni di barili e gli operatori non si aspettavano cambiamenti in questa settimana.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 28/08/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.