In Europa la volatilità continua a farla da padrone: dopo un avvio positivo le Borse si sono girate e lasciano sul terreno circa l’1 %.. L'azionario spagnolo sara' sotto osservazione dopo le perdite di ieri, conseguenza dell'incerto risultato elettorale che non da' alcuna opzione certa riguardo possibili coalizioni parlamentari. A guidare le perdite e' stato il settore bancario, con gli investitori preoccupati dell'eventualita' di prolungate negoziazioni, che potrebbero mettere un freno ad una crescita economica che ha spiccato quest'anno nell'Eurozona. La Spagna dovrebbe chiudere il 2015 con un Pil in aumento del 3%, performance ottenuta grazie anche alle riforme sul mercato del lavoro dall'uscente Governo conservatore del Partito Popolare di Rajoy. L’indice spagnolo al momento è a 9380, molto vicino al momento ai minimi di settembre e del 2015 a 9230 che, visto il trend discendente in atto, potrebbe essere un obiettivo perseguibile a breve. Un ritorno verso zona 10 mila potrebbe riabilitare le aspettative di rimbalzo, ma il trend di lungo permane discendente e le medie mobili a 100 e 200 periodi sono orientate al ribasso --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.