Non è solo la situazione greca a catalizzare l’attenzione sui mercati: a fare rumore è stata la presa di posizione di Fmi che ha esortato la Fed a posticipare il primo rialzo dei tassi al primo semestre del 2016. Un consiglio arrivato dopo la sforbiciata alle stime per il 2015 al Pil Usa, ora visto in crescita del 2,5% rispetto al +3,2% indicato in precedenza. E’ la seconda volta da inizio anno che sono tagliate le stima di crescita dell’economia Usa La governatrice della Fed, Janet Yellen, nel corso di un intervento presso la Camera di Commercio di Providence aveva detto: "Se l'economia continuerà a fornire segnali di miglioramento, credo che ad un certo punto dell'anno sarà appropriato alzare i tassi sui fed funds e avviare il processo di normalizzazione monetaria". Secondo una indagine Bloomberg, la maggior parte degli analisti si aspetta che la mossa della Fed arriverà a dicembre. GBPUSD: siamo a 1.5340 circa e il primo obiettivo al ribasso è 1.5170. al rialzo la strada potrebbe essere fluida fino a 1.55 dove c’è la media mobile a 200 periodi a fungere da resistenza, ma che se perforata con vigore lascerebbe spazio alla crescita fino a 1.58 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.