I mercati azionari europei hanno in gran parte chiuso  in rialzo ieri dato che la notizia che il Presidente Trump rinvierà l'imposizione di maggiori tariffe  sulle importazioni cinesi ha sostenuto  l'umore degli investitori.

La scorsa settimana, il presidente degli Stati Uniti ha dichiarato che la scadenza di marzo per il raggiungimento di un accordo non era una "data magica", quindi non è stata una grande sorpresa nel momento in cui ha annunciato il rinvio della scadenza. Sono stati compiuti progressi in relazione alle trattative commerciali spingendo i mercati azionari più in alto. Anche i mercati azionari statunitensi sono saliti più in alto sulla scia delle notizie commerciali. Stranamente, le azioni  americane sono state probabilmente le meno colpite quando le tensioni commerciali erano elevate e il mood è migliorato. Non siamo ancora fuori dai guai, tuttavia, poiché il Presidente Trump ha detto che la Cina potrebbe ottenere presto un accordo commerciale o forse non lo otterrà. Il presidente Trump non vuole togliere la pressione a Pechino.

Le azioni in Asia sono state contrastate ieri sera quando è stata smaltita una parte dell'euforia che circonda la situazione commerciale, sebbene il mercato di Shanghai sia riuscito a migliorare.

Il leader degli Stati Uniti ha rivolto la sua attenzione al petrolio ieri e ha invitato l'OPEC a non far salire di nuovo i prezzi, affermando che l'economia globale è troppo fragile per far fronte ai più alti prezzi dell'energia. Non è stata la prima volta che il presidente degli Stati Uniti ha criticato l'organizzazione che rappresenta le nazioni produttrici di petrolio. Il prezzo del petrolio è sceso ieri perché i trader hanno usato i commenti di Trump come una scusa per uscire dal mercato petrolifero, dato che ha goduto di un rally dalla fine di dicembre.

Il primo ministro May ha affermato che è concentrata a lasciare l'UE il 29 marzo, ma ritiene che occorra lavorare di più sull'accordo prima del voto del Parlamento sull'accordo di ritiro. Mark Rutte, il primo ministro olandese, ha avvertito che il Regno Unito sta "dormendo mentre cammina verso uno scenario senza accordo". L'UE sarebbe disposta a fornire un'estensione dell'articolo 50, al fine di evitare una Brexit senza accordo. Per complicare le cose, il partito laburista ha affermato che sosterrà le richieste di un secondo referendum, e che probabilmente darà sostegno a qualsiasi concessione ottenuta da Theresa May.

Ieri è stata una sessione positiva per i metalli. Il palladio ha raggiunto un altro record, il platino ha toccato un massimo di tre mesi, il rame ha toccato il livello più alto dal giugno 2018 e anche l'oro è aumentato. Il dollaro più debole e le migliori relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina hanno aiutato le materie prime a salire. Ieri è stata una giornata tranquilla in termini di annunci economici, ma ci sono alcuni dati che verranno pubblicati oggi.

Alle 8:00  verrà rilasciato il dato sul sentiment dei consumatori tedeschi GfK e gli operatori si aspettano che la lettura rimanga invariata a 10,8.I permessi di costruzione negli Stati Uniti e gli inizi di nuovi cantieri edilizi residenziali saranno pubblicati alle 14.30  e la stima di consenso è rispettivamente di 1,29 milioni e 1,25 milioni. Il rapporto sull'indice dei prezzi delle case Case Schiller sarà annunciato alle 15:00  e su base annua si prevede che sarà del 4,5%.

EUR/USD - ha ampiamente spinto verso il basso dall'inizio di gennaio e se la mossa negativa continuasse, potrebbe ritestare l'area 1.1216. La resistenza potrebbe essere trovata a 1.1400 o 1.1500.

GBP/USD - la tendenza è al rialzo dall'inizio di dicembre, e se si mantenesse al di sopra della media mobile a 200 giorni a 1,3000, potrebbe ritestare l'area a 1,3300. L'area 1.2775 potrebbe fungere da supporto.

EUR/GBP - finché resta al di sotto della media mobile a 200 giorni a 0,8862,  è probabile che la sua tendenza resti negativa. 0.8620 potrebbe fungere da supporto Un rally potrebbe incontrare resistenza a 0,9000.

USD/JPY - è in rialzo da inizio gennaio, e se la mossa rialzista continuasse potrebbe mirare all'area 112.00. Una rottura al di sotto di 109,50 potrebbe portare a 108,50.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 25/02/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance