I mercati europei hanno continuato la loro serie di rialzi la settimana scorsa, con il FTSE100 che ha toccato i massimi livelli da ottobre, nonostante le crescenti prove di un peggioramento delle prospettive economiche.

Queste preoccupazioni per le prospettive economiche hanno indotto a pensare che la Banca Centrale Europea potrebbe essere costretta ad abbandonare i suoi piani per ritirare gradualmente gli stimoli. La scorsa settimana Benoit Coeure, membro del consiglio direttivo della BCE, ha suggerito che un nuovo TLTRO dovrebbe essere discusso, ma dovrebbe servire a uno scopo specifico, contribuendo a spingere l'euro vicino ai suoi minimi l'anno scorso, mentre la Bank of England sembra seguire l'esempio dopo i commenti del membro del comitato esecutivo della BOE,  Gertjan Vlieghe, secondo il quale è possibile che la prossima variazione dei tassi possa essere al ribasso nel caso di ulteriore deterioramento delle condizioni economiche.

L'estensione dei colloqui tra Cina e Stati Uniti da Pechino a Washington questa settimana ha anche contribuito ad aumentare le aspettative che potremmo ottenere qualche forma di framework nei prossimi giorni, in modo che ulteriori discussioni possano aver luogo oltre la scadenza del 1 ° marzo, con eventuali nuove tariffe in sospeso mentre i colloqui continuano.

Questo ottimismo secondo cui ogni ulteriore escalation tra Cina e Stati Uniti ora sia meno probabile, ha spinto i mercati statunitensi a chiudere la scorsa settimana su un solido terreno, recuperando anche le perdite che abbiamo visto a dicembre.

Mentre i mercati degli Stati Uniti e del Regno Unito sono riusciti a lasciarsi alle spalle i ribassi di dicembre, i mercati europei sono rimasti attardati, nonostante una valuta debole, sebbene non siano troppo indietro. Stamattina abbiamo avuto un avvio contrastato, nonostante una discreta sessione asiatica, che è stata favorita dall'aumento dei prezzi del petrolio, che ha rappresentato una sorta di vento di poppa.

I mercati in Europa hanno costantemente faticato per ottenere rialzi dall'estate scorsa e l'apertura tiepida di questa mattina sembra mostrare che gli investitori sono riluttanti ad accumulare in massa. Con i mercati statunitensi in pausa per il President Day, è probabile che i volumi inizino a diminuire nel corso della sessione pomeridiana, il che significa che qualsiasi movimento significativo è improbabile.

Sul fronte aziendale, abbiamo avuto i risultati dell'intero anno della società di beni di consumo Reckitt Benckiser. Le azioni di Reckitt hanno sottoperformato i concorrenti negli ultimi anni, sollevando dubbi sul fatto che l'azienda debba essere disgregata in modo da estrarre un valore aggiunto dalle sue componenti. Questi ultimi risultati mostrano che i profitti prima delle tasse sono scesi a 2,7 miliardi di sterline, da poco più di 3 miliardi di sterline un anno fa. La società ha dichiarato di rimanere in linea con i suoi piani per razionalizzare la sua attività di assistenza sanitaria a bassa redditività, che ha incontrato alcuni problemi all'indomani dell'acquisizione di Mead Johnson, insieme a una serie di altri passi falsi che hanno finito per inficiare sulla reputazione dell'azienda. La società ha dichiarato di aspettarsi una crescita dei ricavi compreesa tra il 3% il 4% nel prossimo anno, con la società che è in procinto di separare le sue divisioni di prodotti sanitari e di igiene domestica entro il 2020. Questa è stata una linea d'azione che alcuni azionisti hanno sostenuto da molto tempo ormai, nel tentativo di promuovere l'efficienza, e con la partenza dell'amministratore delegato Rakesh Kapoor nelle prossime settimane, sembra essere sulla buona strada, con le azioni che guadagnano terreno all'inizio delle trattazioni di questa mattina.

La casa editrice specializzata nell'education Pearson è a sua volta sulle prime pagine dopo aver annunciato la vendita della sua attività di corsi K12 negli Stati Uniti a Nexus per 250 milioni di dollari. Il business fornisce il materiale didattico per per i corsi per gli alunni dalla scuola materna alla dodicesima classe, in quanto l'azienda sta concentrando i suoi sforzi sulla scuola virtuale e l'istruzione superiore.

Il crollo della compagnia aerea low cost FlyBMI nel fine settimana ha nuovamente spostato i riflettori sul settore delle compagnie aeree a basso costo, trascinando con sè alcuni dei suoi concorrenti più vulnerabili, con le azioni di FlyBe in netto calo insieme a Norwegian Air. L'azienda ha incolpato l'incertezza relativa alla Brexit e costi più elevati, ma la realtà è che se non si riesce a riempire il velivolo, allora è difficile rimanere parte del gioco e, con tassi di capacità inferiori alla media, il settore è destinato a rimanere sotto pressione

Barclays è protagonista dei notiziari dopo che uno dei suoi maggiori azionisti Tiger Global ha venduto la sua partecipazione da 1 miliardo nella banca britannica, in quello che può essere definito un voto di fiducia prima del rilascio dei risultati dell'intero anno a fine settimana. La banca ha avuto un primo semestre deludente, in gran parte dovuto all'effetto di una sanzione di 1,6 miliardi di dollari da parte delle autorità di regolamentazione statunitensi. Il terzo trimestre è stato più incoraggiante con ottimismo in crescita sul fatto che la banca potrebbe generare profitti superiori a 5 miliardi di pound. È probabile che la vendita di questa partecipazione da parte di Tiger Global aumenti la pressione sul senior management da parte dell'investitore attivista Edward Bramson, che sta chiedendo con forza all'amministratore delegato Jes Staley per vendere la divisione investment banking che sta sottopeformando.

La società tedesca di servizi tecnologici Wirecard rimane al centro dell'attenzione dopo che il regolatore Bafin ha introdotto un divieto di vendita allo scoperto a seguito delle recenti accuse di compormanti scoperti, avvenute nelle ultime settimane. Questo ha comportato un  rally delle azioni oggi, tuttavia la storia ci dice che i divieti di vendita allo scoperto raramente tendono ad essere così efficaci e, in realtà, servono solo a sottolineare il fatto che l'azienda è nei guai.

La sterlina è rimasta invariata stamattina mentre il Primo Ministro May si reca a Bruxelles questa settimana, nel tentativo di provare a ottenere ulteriori concessioni sul backstop irlandese

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 18/02/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance