I mercati azionari sono in rosso oggi, dato che i trader sono ancora preoccupati per lo stallo commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Il fatto che Washington abbia effettivamente tagliato fuori Huawei dal mercato statunitense rischia di trascinare la controversia commerciale e la prospettiva di una soluzione rapida sembra flebile. La mossa al ribasso di oggi deve essere presa nel contesto del rally nella seconda metà della scorsa settimana.

Le azioni Ryanair sono scese stamattina dopo che la compagnia ha riportato un calo del 29% dell'utile annuo al netto delle imposte e ha emesso un outlook deludente. Il gruppo si aspetta che l'utile per l'intero anno prossimo sarà compreso tra 750 milioni e 950 milioni di euro, mentre gli analisti si aspettavano 977 milioni di euro. L'aumento dei prezzi del petrolio e l'incertezza hanno danneggiato il settore dei viaggi nel suo complesso, e Michael O'Leary, il CEO di Ryanair, ha criticato le "costose" guerre per la sottoperformance del settore. Il settore delle compagnie aeree sta conoscendo nel modo più duro che le guerre dei prezzi avvantaggiano solo i clienti e non gli azionisti.

Foxtons ha avvertito che i volumi di vendita sono ai minimi "record" in termini di volumi di vendita durante il primo trimestre. L'agenzia immobiliare specializzata nel mercato di Londra ha citato l'incertezza di Brexit per l'aggiornamento e vale la pena notare che i prezzi degli immobili a Londra sono stati troppo tirati per qualche tempo e ci sono state alcune prove del raffreddamento dei prezzi. L'azienda ha confermato che le entrate nei primi tre mesi sono diminuite del 2,85% su base annua e ha anticipato che il mercato sarà difficile.

Le azioni di BP e Royal Dutch Shell sono in rialzo oggi poiché il mercato petrolifero sottostante è in risalita dopo che l'Arabia Saudita ha indicato che l'OPEC è favorevole a continuare i tagli di produzione. Royal Dutch Shell è la più grande delle due società e il suo prezzo azionario ha toccato il livello più alto dalla fine di ottobre e ciò sottolinea il sentiment rialzista.

Le azioni Low & Bonar sono scese ai minimi storici dopo che la società ha emesso un profit warning e ha annunciato l'uscita del CEO, Philip de Klerk. La compagnia non cercherà ancora un sostituto e il piano di turnaround non sta andando così velocemente come sperato. La mancanza di leadership si è andatata ad aggiungere ad un sentiment negativo.

Il dollaro USA ha perso un po' di terreno dopo una corsa positiva la scorsa settimana, ma la volatilità complessiva è bassa e c'è stato un leggero movimento in EUR/USD e GBP/USD. Non ci aspettiamo grandi annunci economici oggi, quindi i mercati valutari saranno probabilmente tranquilli.

Nordson sarà al centro dell'attenzione oggi poiché la società pubblicherà i risultati del secondo trimestre. Il gruppo ha accusato i movimenti valutari avversi e l'impatto delle acquisizioni per il calo del 10% nelle vendite del primo trimestre su base annua. Le tensioni commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina hanno portato all'annullamento di ordini per l'azienda e, dato l'ambiente attuale, il gruppo dovrebbe rimanere sotto i riflettori.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 20/05/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.