Associated British Foods ha visto l'utile operativo rettificato del primo semestre diminuire dell'1% a 648 milioni di sterline, mancando di poco rispetto alla guidance di 652 milioni di sterline.

Le entrate del periodo sono aumentate del 2% a 7,422 miliardi di sterline.

È sempre la stessa vecchia storia, con la crescita di Primark e del commercio di generi alimentari, mentre la divisione “zucchero” ha sottoperformato. Le prospettive per l'intero anno del gruppo rimangono invariate e il dividendo parziale è stato aumnetato del 3%, quindi nel complesso si è trattato di una serie di risultati rispettabili.

In linea con la tradizione, l'utile di Primark è aumentato del 4%, nonostante i margini inferiori. La divisione abbigliamento ha aumentato la sua quota di mercato nel Regno Unito e ci si aspetta che i margini migliorino a causa dell'aumento della sterlina rispetto al dollaro USA. Possiamo aspettarci cose più positive da Primark, dato che la casa di moda ha messo in atto piani di espansione.

La divisione di prodotti alimentari e ingredienti sta procedendo bene. Il gruppo ha acquisito Acetum Balsamic l'anno scorso, e sta già raccogliendo i frutti dopo aver aiutato la divisione a registrare un aumento dei margini del 9,5%. Ovaltine e Twinings sono cresciuti fortemente in mercati importanti come la Svizzera e la Thailandia, aiutati da un'intensa strategia di marketing. Grazie ai suoi prodotti a base di pane Kingsmill, il gruppo ha aumentato la sua quota di mercato nel mercato del pane e la perdita di Allied Bakeries si sta riducendo.

I più deboli prezzi dello zucchero nell’Unione Europea sono stata la ragione alla base della diminuzione dei risultati del business dello zucchero. L'azienda prevede un'ulteriore volatilità nel mercato dello zucchero, ma ha un vantaggio competitivo, poiché ha il costo base più basso di tutti i produttori di zucchero dell'UE.

Associated British Foods (ABF) ha registrato vendite record dalla controllata Primark durante il periodo natalizio, ma la sua attività nel settore dello zucchero ha offuscato quelle cifre - e questo è stato un tema comune con il gruppo.

La divisione zucchero è spesso rimasta indietro rispetto al business dell’ abbigliamento, ma questa volta è una questione di settore e non solo aziendale. L'UE ha rimosso le quote di produzione sullo zucchero a settembre 2017 - per la prima volta in quasi 50 anni, e il raccolto eccezionale ha pesato sul prezzo.

In effetti, i prezzi dello zucchero sono recentemente scesi a livelli che non si vedevano dal 2015 e, con la rimozione delle quote di produzione, è probabile che questa tendenza ribassista continui. Di conseguenza, la divisione zucchero di Associated British Foods potrebbe continuare a sottoperformare.

I consumatori britannici più esperti si rivolgono ancora a Primark per fare affari. La catena di abbigliamento low cost attira ancora i clienti in un momento in cui il settore delle vendite al dettaglio è in difficoltà. È ancor più impressionante che Primark stia accumulando vendite stellari pur non avendo un shop online. La casa di moda ha un sito web che mostra i propri articoli e indica il negozio più vicino, ma le transazioni possono essere completate solo in-house.

Secondo GlobalData, Primark è cresciuta più velocemente di qualsiasi delle prime 10 aziende di abbigliamento negli ultimi cinque anni. La divisione fashion sta crescendo ad un ritmo rispettabile, e la forte performance è tanto più impressionante se si tiene conto di come stanno facendo i suoi concorrenti. Next ha descritto il 2017 come l’anno 'più duro in 25 anni' dopo aver registrato una seconda perdita consecutiva annuale. H&M ha percorso la rotta degli sconti per attirare gli acquirenti e ha portato a un calo del 44% nel profitto del primo trimestre. Il proprietario di Zara, Inditex, ha visto aumentare i profitti, ma a un ritmo più lento. I consumatori britannici vengono schiacciati mentre l'inflazione continua a superare il tasso di crescita dei redditi, ma Primark sta reggendo bene.

La disione alimentare del gruppo non aveva performato al meglio , in linea con il resto del settore. In tutto il mondo, le vendite di tè sono in declino nel momento in cui le tisane e il caffè diventano più popolari, ma Twining offre una gamma di tè alle erbe, quindi è al passo con le tendenze.

La società genera oltre il 60% delle sue entrate e profitti da fuori del Regno Unito, il che evidenzia quanto sia diversificata l'attività. L'equilibrato modello di business manterrà ABF in posizione favorevole qualora alcuni mercati si indebolissero.

La natura internazionale del business implica che c'è qualche incertezza in relazione all'uscita del Regno Unito dall'UE. Il periodo di transizione che prenderà il via a marzo 2019 ha in qualche modo rassicurato , ma i negoziati saranno cruciali. Associated British Foods è coinvoltia in consultazioni guidate dal governo sul potenziale impatto.

John Bason, direttore finanziario del gruppo, non è preoccupato per la tassa sullo zucchero imposta dal governo su determinati prodotti. Bason ritiene che lo zucchero sia un ingrediente ben integrato nella società occidentale e non prevede alcun cambiamento importante dal punto di vista dell'azienda.

Il prezzo delle azioni è ampiamente risalito dal 2009 e, se il trend rialzista si mantenesse, potrebbe ritestare quota  2945  (media mobile a 200 settimane). Una rottura al di sotto di 2336p potrebbe aprire la strada a 2100p.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 18/04/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.