Leggermente positive all’inizio di giornata le Borse europee, come da previsione. Contrastati invece gli indici azionari asiatici dopo la pubblicazione dei dati, inferiore alle attese, sui nuovi posti di lavori negli Usa che hanno fatto sorgere dubbi sulla forza della ripresa americana. Sul fronte del mercato primario da segnalare l'asta di Btp a 3,7 e 15 anni. Per quanto riguarda l'agenda macro da monitorare il dato sulla produzione industriale del mese di novembre in Italia L'euro parte in rialzo sopra 1,36 dollari, mentre il biglietto verde perde terreno dopo i deludenti dati sul mercato del lavoro Usa e dicembre. La moneta europea passa di mano a 1,3660 dollari, euro&/yen a 141,37 e dollaro/yen ai minimi dal 18 dicembre a 103,24. EURUSD: Nella seduta di venerdì l’euro-dollaro si è appoggiato a quota 1,3570 prima di iniziare un rapido rimbalzo tecnico che ha spinto le quotazioni in area 1,3685-1,3690. Nonostante questo recupero la struttura tecnica di breve termine rimane contrastata: un ulteriore allungo dovrà infatti affrontare un duro ostacolo a 1,3740 Pericolosa invece una discesa sotto 1,3550 che potrebbe portare le quotazioni a 1,3475 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.