I mercati risentono positivamente dei dati sul Pmi manifatturiero cinese che hanno mostrato un rimbalzo raggiungendo il massimo di sei mesi a 50,5, da 49,2 di febbraio. E anche l'indice Caixin Markit China sempre relativo al Pmi manifatturiero è salito a sua volta a 50,8 a marzo da 49,9 di febbraio. Si tratta della prima crescita negli ultimi quattro mesi con l'aumento mensile più significativo dal 2012. Anche Ism manifatturiero degli Stati Uniti  ha superato le attese di consenso a marzo con gli indici che hanno guadagnato oltre il punto percentuale: Il Dow Jones ha guadagnato l'1,27%, l'S&P 500 l'1,16% e il Nasdaq Composite lo 1,29%. Il Parlamento inglese ha bocciato nuovamente le mozioni sulla Brexit alternative all'accordo che la premier Theresa May ha raggiunto con Bruxelles. A livello macro da seguire i prezzi alla produzione di febbraio nella zona euro (11:00) e negli Usa gli ordini di beni durevoli e l'indice settimanale Redbook.

Borse asiatiche leggermente positive: Il Nikkei chiude in rialzo dello 0,17%, mentre alle ore 7:30 italiane Hong Kong guadagna lo 0,11% e Shanghai cresce dello 0,48%. In debolezza l'oro, che perde lo 0,2% a 1.291,6 dollari per oncia, mentre il petrolio Wti americano guadanga lo 0,29% a 61,77 dollari il barile, andando a toccare intraday quota 62 dollari.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 02/04/2019

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.