Gli investitori iniziano a prezzare una riduzione del programma di Qe della Banca centrale del Giappone che intende adottare una politica monetaria più "vigorosa", che possa anche comprendere tagli alle imposte sulle società. Le ultime 24 ore hanno visto molta speculazione con il picco di 10 punti base nella curva dei rendimenti giapponesi, assai in controtendenza  in una situazione di un mercato che muove raramente più di 1 punto base, sull’assunto che la Banca del Giappone sta valutando di variare la propria politica monetaria nei prossimi giorni, adeguando il perno della curva dei rendimenti a un livello leggermente più alto, al fine di alleviare parte della tensione sui bilanci delle banche, causata da anni di tassi a zero o negativi.  I tempi di questo intervento assumono contorni strani se inseriti nel contesto attuale, dato che l'inflazione si è ridotta negli ultimi mesi. L'indice giapponese che la misura quest'anno è stato costante a 0,7 %  negli ultimi tre mesi in calo rispetto all'1,1% di marzo.

USDJPY - dopo il fallimento della scorsa settimana dell’approdo nell'area 113,20 il dollaro è scivolato all’indietro. La rottura al di sotto dell'area 112.20 ha corroborato la forza dei venditori che hanno spinto la caduta fino all’area di supporto situata a 110.70, data dalla linea di tendenza costruita sui minimi di marzo. Le medie mobili a 100 e 200 periodi sono situate rispettivamente a 109.02 e 110.11

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 24/07/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.