Il PMI manifatturiero della Cina per agosto stato di 51.3, superando il consenso di mercato di 51.0. Le letture più alte del previsto hanno mostrato capacità di ripresa nell'economia sullo sfondo di crescenti attriti commerciali tra Pechino e Washington. Una disaggregazione dei dati suggerisce che la spinta proviene dalla produzione, che ha sostenuto la debolezza della domanda degli ordininativi esteri.

Nel frattempo, una nuova potenziale ondata di tariffe americani su beni cinesi da 200 miliardi di dollari ha continuato a pesare sul mercato azionario, aggiungendo preoccupazioni per il rischio di crescita su un'economia che già vede segni di rallentamento delle esportazioni.

I titoli azionari statunitensi sono saliti lo scorso venerdì mentre la trattativa commerciale con il Canada si è conclusa con pochi progressi e sarà rinegoziata questo mercoledì. Il dollaro si è rafforzato contro i suoi pari più importanti, ponendo fine a una correzione durata quattro giorni. Il dollaro forte ha pesato sui metalli e sulle valute dei mercati emergenti, accelerando il deflusso dalle economie più piccole e travagliate.

Il dollaro americano ha mostrato una forte correlazione negativa con il mercato azionario asiatico quest'anno, poiché le tensioni sul commercio e il restringimento della Fed hanno rafforzato le prospettive del dollaro americano e portato a deflussi dai mercati emergenti. Mentre i benchmark azionari statunitensi stanno salendo a livelli record, il resto del mondo sta lottando per recuperare il suo slancio. È stata osservata una chiara divergenza tra la performance delle azioni statunitensi e delle azioni asiatiche negli ultimi sei mesi, aggiungendo sofferenza agli investitori che già hanno sofferto del deprezzamento della valuta.

Oggi, al centro dell'attenzione di sarà una serie di PMI manifatturieri per i paesi europei che verranno rilasciati più tardi oggi, mentre il mercato statunitense sarà chiuso per festività. Questa mattina il mercato di Singapore è in leggero ribasso a circa 3.210 punti. Mancando di un catalizzatore positivo, l'indice Straits Time dovrebbe oscillare intorno a 3.200-3.350 punti nel breve termine. Con la prospettiva di crescenti conflitti commerciali tra Stati Uniti e Cina che potrebbero danneggiare l'economia regionale, il sentiment resta fragiei. Se il livello di supporto chiave a 3200 punti fosse violato, potrebbe portare a un ulteriore ribasso verso il successivo supporto intorno all'area di 3077 punti.

Calendario Economico

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 03/09/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.