Destano perplessità le ultime dichiarazioni in settimana di più membri della Fed, che, quasi contraddicendo le parole di Janet Yellen durante l’ultimo congresso, vorrebbero un aumento dei tassi ad aprile, quando in maniera chiara era stato evidenziato che nel secondo semestre del 2016 ci sarebbero stati due tagli dei tassi. Le buone notizie (quanto davvero buone?) relative alla crescita dell’economia Usa con la riduzione della disoccupazione e l’aumento dei consumi hanno incoraggiato gli esponenti Fed a un atteggiamento un po’ aggressivo, facendo forse venir meno l’efficacia delle parole pronunciate dal presidente della Fed. Intanto negli Usa sono tornate a livello record le importazioni di petrolio, nonostante siano aumentate notevolmente le scorte, a livelli record. C’è qualcosa che non quadra… --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.