Europa

 

Il FTSE 100 ha avuto un buon inizio di giornata, ma a causa del calo delle azioni dei titoli di beni di consumo e industriali, l'indice azionario britannico si trova in territorio positivo. I mercati azionari della zona euro sono riusciti a conservare la maggior parte dei rialzi ottenuti grazie all'ottimismo sui colloqui commerciali tra Cina e Stati Uniti. I delegati di Stati Uniti e Cina sono in trattative a Pechino e il sentiment è buono.

 

Le azioni TUI sono in rosso dopo che la società ha registrato una perdita netta del primo trimestre di 111,9 milioni di euro, da confrontarsi con la perdita di 68,3 milioni nello stesso periodo dello scorso anno. Il fatturato dei primi tre mesi dell'anno è aumentato del 4,4%. Come i suoi concorrenti, TUI ha accusato l'estate insolitamente calda in Europa e la sterlina relativamente debole per la perdita.  La società ha dichiarato che la sua strategia di crescita è ancora intatta e che la società prevede che i guadagni siano sostanzialmente stabili nel 2019. L'azione è scesa al livello più basso in oltre due anni e se il trend ribassista continuasse potrebbe mettere nel mirino l'area di 800 pence.

 

Debenhams ha confermato di aver ottenuto un prestito di 40 milioni di sterline per 12 mesi. Lo scorso anno la catena di grande distribuzione ha emesso una serie di profit warning e questa nuova linea di credito fungerà da boccata di ossigeno nel medio termine. Il titolo è salito in quanto l'accesso ai fondi fornirà al gruppo uno spiraglio tanto necessario. Le linee di credito sono tutte utili, ma Debenhams deve subire importanti ristrutturazioni per garantirsi la sopravvivenza a lungo termine.

 

Spire Healthcare è stata declassata da Credit Suisse a underperformed da neutral, e la banca ha tagliato il target di prezzo a 85 pence da 170 pence.

 

CYBG ha dichiarato che entrerà in una joint venture con Salary FInanze. La mossa costerà a CYBG 500.000 pound e la piattaforma fintech completerà i servizi di prestito del gruppo. La banca quotata a Londra è pronta a tenere il passo con le tendenze del settore poiché il 40% dei clienti britannici si avvale di servizi di fintech.

 

Stati Uniti

 

Il Dow Jones e lo S&P 500 sono in rialzo questo pomeriggio dal momento che i politici statunitensi hanno raggiunto un accordo per impedire un altro shutdown del governo americano. Il presidente Trump è ancora indeciso sull'accordo, ma almeno è un passo nella giusta direzione.

 

La disputa commerciale tra USA e Cina continua e il rappresentante commerciale statunitense Robert Lighthizer e il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin sono arrivati in Cina e gli investitori sono ottimisti. I trader stanno interpretando l'arrivo dei due influenti negoziatori come spinta per i colloqui.

 

Le azioni di Amazon sono un po' più in rialzo oggi dopo che la società ha annunciato che sta acquisendo Eero, per un importo non dichiarato. La decisione del gigante di Internet è vista come un segnale che sono determinati ad espandersi nella tecnologia delle case intelligenti. Amazon ha rivoluzionato il settore della vendita al dettaglio, stanno entrando nel settore sanitario, e ora questo ed è chiaro che vogliono inserirsi in ogni aspetto della vita dei consumatori. Il gruppo sta diventando sempre di più un'azienda una lifestyle company.

 

Il report JOLTS di dicembre ha mostrato che negli Stati Uniti i datori di lavoro hanno aperto 7.33 milioni ricerche per nuovi posti di lavoro, dato che ha superato facilmente i 6,9 milioni che gli economisti si aspettavano e che mostra la forza del mercato del lavoro statunitense.

 

Forex

 

Nei primi scambi il Dollar Index  ha raggiunto il livello più alto da metà dicembre, ma da allora ha ritracciato un po'. Il biglietto verde ha avuto un andamento positivo recentemente, in parte a causa del linguaggio un accomodante delle altre banche centrali.

 

GBP/USD e EUR/USD hanno visto una volatilità minima oggi in quanto non ci sono stati annunci economici importanti dall'Europa. L'incertezza e la mancanza di chiarezza intorno alla Brexit persiste ancora e dato che il countdown sta scadendo in relazione al raggiungimento di un accordo per evitare uno scenario di Brexit senza accordo, la sterlina potrebbe trovare difficoltà ad attirare gli acquirenti.

 

Materie Prime

 

L'oro è salito in scia del calo del dollaro USA. Il metallo ha spinto in rialzo da metà novembre e visto che la Federal Reserve sembra assumere una posizione più neutrale in questi giorni, la mossa rialzista potrebbe continuare. Se l'oro rompesse sopra 1,326 dollari, potrebbe riportare in gioco l'area di  1,335 dollari.

 

Il petrolio è in rialzo dopo che l'Arabia Saudita ha annunciato che prevede di ridurre la produzione di petrolio a 9,8 milioni di barili al giorno a marzo e che è notevolmente più profondo del taglio che avevano promesso. Alla fine dello scorso anno, il paese ha dichiarato che la produzione sarebbe stata ridotta a 10,3 milioni di barili al giorno e ora intendono ridurla ulteriormente.

 

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 12/02/2019

 

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.