Continua a prendere quota il prezzo del petrolio.
Il WTI, che ha visto le quotazioni invertire di tendenza il 26 Dicembre scorso, ora è in prossimità dei 53,6$ al barile.
I prezzi si stanno muovendo da quasi un mese all'interno di un canale rialzista ben inclinato e che descrive bene il trend di breve periodo.

Graficamente notiamo come l'area interessata dalla seduta odierna (53,40$-53,80$) sia un'importante area di resistenza, che, ad inizio dicembre 2018, ha respinto alcuni tentativi di rimbalzo del prezzo del greggio.

Il prezzo ha già superato entrambe le medie mobili, e la media mobile di breve periodo in azzurro (già orientata positivamente da qualche seduta) sta per incorciare al rialzo la media mobile di breve periodo (in viola). Questo assetto, unito al segnale offerto dall'RSI che si mantiene stabilmente sopra i 50 punti da diverse sedute, sostiene la prospettiva per una continuazione del trend rialzista di breve periodo.

Una chiusura sopra i 54$ al barile potrebbe spingere le quotazioni del WTI prima fino a 55$ e poi fino alla soglia psicologica dei 60 dollari al barile.

Il dato del giovedì pomeriggio (h 17.00) sulle riserve di greggio rimane fondmanentale per capire se il rimbalzo dell'oro nero possa continuare con forza.