I prezzi del petrolio sono saliti nel corso della notte a causa di possibili problemi di approvvigionamento. In primo luogo, l'American Petroleum Institute (API) ha riportato a sorpresa una riduzione delle scorte di 8.636 milioni di barili.

Inoltre l'uragano Florence sta prendendo forza sulla costa orientale degli Stati Uniti e potrebbe essere una delle peggiori tempeste a colpire il suolo americano negli ultimi decenni.

La paura dei disastri naturali ha colpito la fornitura di petrolio la settimana scorsa, mentre la tempesta tropicale Gordon ha attraversato il Golfo del Messico e sospeso la produzione di petrolio di 160.000 barili al giorno per diversi giorni.

Inoltre, gli Stati Uniti che stanno facendo pressioni per nuove sanzioni sull'industria energetica iraniana a partire da novembre potrebbero portare ulteriori preoccupazioni. Le potenziali carenze di approvvigionamento possono continuare a influenzare il modo di pensare degli investitori. Inoltre, il dato sulle scorte di petrolio dell'US department of energy, previsto oggi, potrebbe sare spinta ai prezzi del petrolio se si confermasse una notevole riduzione delle scorte.

Il mercato azionario statunitense ha ripreso la sua traiettoria ascendente durante la notte grazie ad un rally nei settori tecnologico ed energetico. Il sentiment positivo potrebbe essere il risultato di una migliore propensione al rischio, aiutata dall'assenza di notizie importanti sulle controversie commerciali. Tuttavia, il sentiment degli investitori potrebbe rimanere fragile mentre permangono le preoccupazioni commerciali.

I mercati valutari sono generalmente calmi, sebbene il dollaro USA si sia indebolito. Il dollaro canadese è risalito, dopo che gli Stati Uniti e il Canada hanno ripreso i colloqui commerciali sul NAFTA durante la notte. I metalli industriali chiave sono rimasti bassi, ma i prezzi dell'oro sono aumentati. La persistente debolezza dei metalli industriali come il rame può riflettere i timori di crescita nei mercati emergenti.

I mercati partono sono partiti con un avvio incerto per le azioni dell'Asia-Pacifico. Gli investitori locali possono rispondere agli impulsi positivi dai mercati statunitensi e dalle valute più basse in generale. I settori dell'energia e dei materiali potrebbero ottenere sostegno con il rally dei prezzi del petrolio. Le azioni growt e high value possono far aumentare la propensione al rischio.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 12/09/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance