In attesa della tornata elettorale in Francia, sono i dati relativi alle scorte di greggio e benzina che scuotono il mercato, con il prezzo del petrolio in netta discesa nella seduta di ieri pomeriggio. Se le scorte settimanali sono scese (anche se meno delle attese), il dato che più ha influenzato il mercato è stato indubbiamente il livello di produzione americana che ha superato i 9.25 milioni di barili, il massimo dall’agosto scorso, segno che almeno parzialmente i produttori di shale oil stanno incrementando la loro attività estrattiva con un buon ritmo, andando parzialmente a sostituire l’offerta che è venuta meno dopo l’accordo Opec. Ora la palla passa proprio all’Opec, il cui meeting è fissato a Vienna per il prossimo 25 maggio, meeting nel quale si discuterà dell’opportunità di prolungare l’accorso per altri 6 mesi. A margine dell’incontro è previsto anche un incontro con Russia e paesi non-Opec. Intanto questa mattina è intervenuto il ministro dell’energia saudita Khalid al-Falih nel tentativo di gettare l’acqua sul fuoco, sottolineando come l’offerta di petrolio in questo momento è sostenuta soprattutto dalla vendita di scorte offshore. La comparsa sul mercato di questa offerta aggiuntiva ha in parte compensato i tagli alla produzione decisi a fine novembre, anche se non ha mancato di sottolineare l’alto grado di compliance dei produttori. Sul fronte azionario da sottolineare l’ottima perfomance di Morgan Stanley, la cui trimestrale ha battuto nettamente le attese del mercato, con ricavi che sono aumentate del 25% a 9.75 miliardi di dollari. Da sottolineare che contrariamente a quanto accaduto con Goldman Sachs è stata l’attività di trading a spingere i risultati verso l’alto. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.