Prevalgono i positivi dati macro americani, che la scorsa settimana hanno confermato lo stato di salute dell’economia. Qualche arretramento nel finale di seduta, indici Dow Jones e S&P 500 in progresso circa dello 0,3% e Nasdaq dello 0,66%. Greggio sui massimi dal novembre 2014, le tensioni in Medio Oriente e con l’Iran in particolare alimentano timori sui futuri livelli di produzione. Brent in crescita di 1,16 dollari a 76,03 dollari, Wti a 70,47 dollari al barile. Dollaro poco mosso durante la seduta asiatica dopo aver continuato a guadagnare terreno sull'euro ieri in scia ai deludenti dati macroeconomici dell'Eurozona. Il biglietto verde, che il 1* febbraio era sceso sui minimi da 52 settimane contro la moneta unica, da quel momento è tornato a mostrare i muscoli e ha guadagnato il 4,9% circa nei confronti dell'euro. Sul fronte geopolitico occhi puntati su Washington. "Annuncerò la mia decisione sull'accordo sul nucleare con l'Iran" oggi alle 20h00 "dalla Casa Bianca". Lo ha scritto il presidente americano, Donald Trump, su Twitter. Nel frattempo, sul fronte della politica monetaria, Jan Smets, membro della Banca centrale europea, ha affermato che in estate la Bce potrebbe prepararsi all'uscita graduale dal QE, ad esempio annunciando una decisione nella riunione del 26 luglio.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 09/05/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.