E’ il calo del prezzo del petrolio a manifestare le sue pesanti ripercussioni. Ad affossare le borse oggi sono i risultati di Bp che ha archiviato il quarto trimestre dell’anno con un calo dell’utile del 91% a 196 milioni di dollari contro i 2,24 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso. Numeri che impressionano e fanno riflettere sui danni che possono derivare da un periodo lungo di bassi prezzi del petrolio. Il greggio resta sopra la soglia psicologica dei 30 dollari a barile ma ha già riassorbito buona parte del rally dell’ultimo fine settimana quando indiscrezioni circa un accordo in sede Opec per un taglio della produzione finalizzato ad arginare il crollo dei prezzi aveva provocato una ripresa. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.