Gli investitori sono preoccupati che AMD [AMD] e altri produttori di chip per computer saranno risucchiati dall'intensificarsi della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina.

È una preoccupazione legittima. Circa 39 milioni di dollari  di entrate di AMD provengono dai suoi accordi di fornitura con Huawei, che rappresentano il 2% del totale del business. Mentre accordi simili portano 21 milioni di dollari ai rivali di Nvidia e 83 milioni a Intel.

Eppure, nonostante la potenziale turbativa, il titolo AMD non è caduto in un precipizio. In effetti, rispetto ai suoi concorrenti, il titolo sembra resiliente. Ad oggi questo mese, il prezzo delle azioni di AMD è piatto a circa 26 dollari mentre le azioni di Intel e Nvidia sono in picchiata rispettivamente del 13% e del 16%.

Cosa distingue AMD dai suoi rivali?

Un grande motivo per la forza del titolo è la prossima commercializzazione di nuovi prodotti di AMD. Ciò ha dato agli investitori la certezza che il modello di business del produttore di chip è in grado di resistere a eventi macroeconomici al di fuori del suo controllo.

AMD performance azionaria a 1 anno, CMC Markets, 28 maggio 2019

 

Più avanti nel corso dell'anno AMD lancerà la sua terza generazione di chip Ryzen a 7 nanometri. I test delle prestazioni trapelati rivelano che i chip saranno in grado di eseguire giochi per PC a velocità vertiginosa, rendendo  i chip Intel da 10 nanometri lenti in confronto. L'effetto netto potrebbe portare i giocatori a sostituire Intel per l' opzione più veloce di AMD.

 

AMD sta preparando anche il suo Navi RX 3080, questo concorrerà per il mercato di fascia media dove i giocatori di solito spendono i loro soldi. Il Navi andrà contro la controparte di Nvidia, la RTX 2070.

Anche il business dei data center di AMD sta dominando la concorrenza. Nei risultati del primo trimestre, le vendite di GPU per data center erano più che raddoppiate di anno in anno. Anche in questo caso, ciò va a scapito di Intel, che ha visto la domanda per le sue GPU data center indebolirsi nel primo trimestre dell'anno. Intel ha accusato la Cina per il rallentamento delle vendite, dove hanno un ampio inventario di processori invenduti.

 

Market cap

$31.53bn

PE ratio (TTM)

117.07

EPS (TTM)

0.25

Return on Equity (TTM)

21.73%

AMD metriche finanziarie chiave, Yahoo finance, 28 maggio 2019

Come si sta comportando l'azione?

Dall'inizio dell'anno, le azioni di AMD sono aumentate del 40% circa. Questo è molto al di sopra del rialzo del 17,93% del PHLX Semiconductor Sector. La maggior parte di questi guadagni è arrivata nei primi quattro mesi, con il titolo di AMD che ha toccato un massimo di 29,39 dollari il 4 aprile. Da allora è stato scambiato in un range  ristretto tra 26,24 e 28,48 dollari.

Quanto la guerra commerciale finirà per colpire il prezzo delle azioni AMD è discutibile. Il titolo ha subito un certo movimento dopo il national security order del Presidente Trump che ha efficacemente inserito Huawei e altre società tecnologiche cinesi su una lista nera. Eppure ha recuperato le perdite per scambiare intorno a 26,44 dollari. A quel punto, sembra che la retorica generale del mercato riguardo la disputa commerciale abbia cambiato il sentiment, piuttosto che distruggerlo completamente.

Più problematici sono stati i risultati poco brillanti degli utili di AMD il 30 aprile, che hanno visto ricavi in calo del 23% su base annua. AMD ha attribuito la colpa al crash delle criptovalute, che avevano portato a una sovrapproduzione di GPU. I risultati deludenti hanno visto il calo del prezzo delle azioni dell'1,5%, il che non ha aiutato Nvidia e Intel che hanno perso rispettivamente il 4,1% e il 2,2%.

Nvidia è stata a sua volta penalizza nel crash. Ma a differenza di AMD, le preoccupazioni persistono sui ricavi del data center di Nvidia e la società non ha reso noto un outlook per l'intero anno in concomitanza dei suoi risultati del 1 ° trimestre, inquietando gli azionisti.

Alla ricerca di un punto di ingresso

L'analista di CMC Markets David Madden ha dichiarato a Opto: "Il titolo ha spinto al rialzo  dal dicembre 2018 e se recupererà la media mobile a 50 giorni a 27,11 dollari, potrebbe targetizzare il livello di 30,00 dollari. Il supporto potrebbe essere trovato a 24,00 dollari - corrispondente alla media mobile a 200 giorni media. "

Ross Seymore di Deutsche Bank ha un target di 25 dollari per le azioni AMD nel 2019. Se raggiunto, il movimento rappresenterebbe un calo del 5% rispetto al prezzo corrente. Tuttavia, il consenso più ampio è che il titolo raggiunga i 29,41 dollari, il che rappresenterebbe un rialzo dell'11,5%.