Durante la notte, in Cina sono stati pubblicati gli ultimi dati manifatturieri e non manifatturieri, che sono arrivati rispettivamente a 50.0 e 53.4.

La lettura della produzione è stata la più debole in oltre due anni. L'economia cinese si è raffreddata negli ultimi anni e le relazioni sottolineano il declino dell'attività economica. I mercati azionari asiatici sono contrastati e le variazioni sul giorno sono relativamente ridotte.

A Wall Street, i principali benchmark azionari hanno chiuso in territorio negativo anche se non di molto, mentre gli investitori sono leggermente preoccupati per le discussioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. È stato riferito che Peter Navarro, consigliere di Donald Trump, parteciperà alla cena con il presidente cinese Xi Jinping, e questo ha pesato sul sentiment dato il duro atteggiamento di Navarro nei confronti della Cina.

L'incontro del G20 in Argentina prende il via oggi e il focus sarà sulla relazione USA-Cina. Con il presidente Trump, l'unica cosa che puoi aspettarti è l'imprevedibile. Ci sono state una molteplicità di voci in merito alla distanza dell'accordo. Ieri, secondo quanto ha dichiarato Trump, erano vicini a un accordo, ma non "sa se vuole farlo".

La relazione commerciale tesa tra le due potenze economiche è stata una delle questioni che ha gravato sui mercati azionari globali.

La scorsa notte, la Federal Reserve ha pubblicato i verbali dell'ultimo incontro, e ha dato indicazioni un rialzo dei tassi a dicembre. Un paio di responsabili delle politiche monetarie   ritengono che i tassi siano vicini al livello di neutralità e gli operatori ritengono che la banca centrale sarà meno aggressiva di quanto non fosse agli inizi di ottobre.

La sterlina ha sofferto ieri perché i trader erano preoccupati che ci fosse un così scarso sostegno alla bozza di accordo di Theresa May, tale che potremmo essere diretti verso una situazione di no-deal . I parlamentari voteranno l'accordo l'11 dicembre e, a meno che non vi sia un sentiment favorevole a sostenere la Theresa May, la sterlina rimarrà probabilmente sotto pressione.

Il petrolio è salito ieri dopo che è stato riferito che la Russia è intenzionata a tagliare la produzione di petrolio. L'OPEC e altri importanti produttori di petrolio si incontreranno la prossima settimana, e ci sono indiscrezioni che verrà annunciato un taglio di produzione coordinato. Quando si parla di petrolio, la politica è solitamente in gioco.

Russia e gli Stati Uniti non sono al momento nei migliori rapporti a causa della situazione in Crimea. Mosca potrebbe essere più propensa a tagliare la produzione come modo per vendicarsi degli Stati Uniti.

La disoccupazione e l'inflazione per l'Italia sono previste alle 10:00 e alle 11:00 e gli economisti si aspettano che il tasso di disoccupazione si mantenga stabile al 10,1% e l'indice dei prezzi al consumo all'1,6%. L'economia ha avuto difficoltà di recente, e il governo è sotto i riflettori a causa della trattativa con Bruxelles e ogni ulteriore segnale di debolezza economica potrebbe pesare sul sentiment degli investitori.

L' indice dei prezzi al consumo flash per l'Eurozona di novembre sarà pubblicato alle 11:00 e gli operatori si aspettano di scendere al 2% dal 2,2% di ottobre. Recentemente, Mario Draghi, il capo della Banca centrale europea (BCE), ha dichiarato di aspettarsi che l'inflazione diminuisca seguendo i prezzi del petrolio. L' Eurozona sta attraversando un periodo di frenata e si presume che qualsiasi segno di debolezza sarà messo sulla valuta.

L'economia canadese è in buona forma e negli ultimi due anni ha ampiamente spinto al rialzo. Il tasso di disoccupazione è appena sopra il livello più basso dalla crisi del credito. Il tasso di inflazione core è in costante aumento da oltre un anno per il continuo aumento della domanda. Alle 14.30  verrà annunciato il PIL canadese e, su base trimestrale annualizzata, i trader prevedono un aumento del 2%.

EUR/USD - ha iniziato a scendere  dalla fine di settembre e, se si mantenesse al di sotto dell'area 1.1510 / 00, potrebbe aprirsi la strada per il test della zona 1.1215. Una mossa al rialzo potrebbe imbattersi in resistenza a 1.1548 - la media mobile a 100 giorni.

GBP / USD - ha ampiamente spinto verso il basso da settembre e se la mossa ribassista continuasss, potrebbe raggiungere l'obiettivo di 1.2661. Una rottura sopra 1.3000 potrebbe portare in gioco l'area di 1.3174.

EUR / GBP - è salito a metà novembre e se la tendenza rialzista continuasse potrebbe arrivare a 0 8939 o a 0,9000. Un a rottura al di sotto di 0.8720 - corrispondente alla media mobile a 200 giorni potrebbe portare a 0.8700 in gioco.

USD / JPY - la tendenza al rialzo iniziata a marzo è ancora intatta e, se il trend positivo continuasse, potrebbe raggiungere il target di 114,73. Il supporto potrebbe essere trovato a 111.39.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma Next Generation. Performance nette al 30/11/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.