Le due domande più importanti che stanno frullando nelle menti di molti investitori lunedì sono probabilmente "Stati Uniti e Cina saranno in grado di chiudere un ottimo affare alla scadenza dei 90 giorni?" E "Quanto è sostenibile questo rally?".

In effetti, il G20 segna un inizio positivo per le trattative commerciali e il cessate il fuoco sul fronte tariffario, ma probabilmente non è realistico per Stati Uniti e Cina risolvere tutti i problemi entro il periodo di pausa di 90 giorni. Finché entrambe le parti saranno aperte alle negoziazioni anziché chiudere le discussioni e tornare alle tariffe, il mercato sarà molto ben lieto di assistere alle trattative.

Un cessate il fuoco temporaneo sulle tariffe commerciali aprirà la strada a negoziati meglio preparati e a decisioni più meditate per entrambe le parti, considerando che la globalizzazione ha posto le basi della prosperità economica negli ultimi decenni e che le tariffe commerciali non sono la soluzione migliore per i problemi  attuali. Andando avanti entrambe le parti dovranno riconoscere che dovrà essere realizzato un qualche tipo di compromesso.

La sfida per Stati Uniti e Cina è di trovare una via di mezzo che consenta a due sistemi economici profondamente diversi di coesistere. Ciò significa che gli Stati Uniti dovranno rendersi conto che è impossibile fermare la Cina dall'integrare la catena di approvvigionamento e spostarsi verso i cluster di produzione di fascia più alta. E la Cina dovrebbe conformarsi  standard più elevati di trasparenza e rispetto delle regole per quanto riguarda le sue pratiche commerciali nell'ambito della protezione della proprietà intellettuale, della sicurezza informatica e del trasferimento tecnologico ecc.

Lo STI di Singapore è salito del 2,5% o 80 punti lunedì, registrando il suo più grande rialzo giornaliero in più di sei mesi. Ciò è probabilmente dovuto a una "reazione istintiva" amplificata da un risultato positivo del G20 e da un'attività di ricopertura delle posizioni ribassiste. In futuro, l'attenzione del mercato tornerà probabilmente a elementi fondamentali: politica monetaria, utili societari e cambiamenti macroeconomici.

I non farm payroll di questo venerdì saranno un dato chiave da tenere d'occhio poiché potrebbe dare il via libera all'ultimo rialzo dei tassi di interesse per quest'anno.

Le azioni asiatiche hanno rintracciato leggermente stamattina, probabilmente a causa delle prese di profitto e della rivalutazione a sangue freddo della tregua USA-Cina da parte degli investitori.

L'uscita  programmata del Qatar dall'OPEC ha minacciato l'unità del cartello petrolifero e ha frenato i prezzi del petrolio, sebbene il Qatar abbia offerto un contributo marginale della produzione totale di petrolio del gruppo. Estrae circa 600 mila barili di petrolio greggio, rispetto a oltre 27 milioni di barili di tutti i membri dell'OPEC. Oltre al Qatar, gli investitori osserveranno da vicino l'incontro OPEC di venerdì a Vienna, in cui il mercato prevede un taglio di produzione di circa 1,4 milioni di barili di produzione al giorno.

Il mercato petrolifero globale si trova in una situazione di eccesso di offerta con la produzione di greggio statunitense che ha raggiunto  il massimo storico di 11,47 milioni di barili al giorno, secondo la US Energy Information Administration (EIA), e le scorte commerciali americane sono in salita da otto settimane consecutive.

Dal punto di vista tecnico, il contratto Brent - Cash ha mostrato alcuni primi segnali di ripresa, con il suo MACD che forma un incrocio rialzista e il canale ribassista DMI che inizia a contrarsi. Una rottura al di sopra del SuperTrend (10,2) e il successivo cambio di colore  del SuperTrend in  verde saranno un segnale di inversione di tendenza.

Crude Oil Brent – Cash

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma Next Generation. Performance nette al 04/12/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.