L'amministrazione Trump ha in programma di un nuovo round di tariffe su prodotti cinesi questa settimana, dal momento che non vi è una chiara risposta da parte di Pechino sulla ripresa dei negoziati commerciali.

Gli investitori sono probabilmente stanchi del ciclo "trattativa- tariffe- minacce- nuova trattativa ecc...", dato che gli operatori di mercato sono un po' assuefatti dalle minacce commerciali che occupano i titoli dei media da mesi. I mercati azionari asiatici hanno subito una correzione significativa da maggio dato che il pessimismo sugli scambi e il dollaro forte hanno causato deflussi di capitali. I mercati probabilmente non sono così sensibili alle cattive notizie sulle trattative commerciali come lo sono stati alcuni mesi fa. Pertanto, il potenziale ribassista è probabilmente limitato.

Sabato il tifone Mangkhut è approfato nella provincia di Guangdong - un motore economico chiave lungo la costa meridionale della Cina - danneggiando edifici, strade e infrastrutture con forti venti e inondazioni. Si stima che il danno economico superi i 50 miliardi di dollari. Il danno maggiore sarà per le compagnie assicurative continentali, che sono le più esposte al danno dei disastri naturali. L'impatto

dei tifoni sul mercato azionario tuttavia è solitamente di breve durata.

I dati sulla prouzione industriale cinese e le vendite al dettaglio pubblicate di recente hanno superato le aspettative del mercato, con una crescita anno su anno pari rispettivamente del 6% e del 9%, come dimostrano i dati ufficiali. La crescita degli investimenti in immobilizzazioni è rallentata al 5,3% nei primi otto mesi rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, suggerendo un rallentamento nella crescita delle infrastrutture. Dati non concordi mostrano come la Cina stia affrontando una pressione al ribasso della crescita economica, ma nel complesso rimane resiliente allo stallo sul commercio. Non vi è ancora alcun segno di un brusco declino o di un "hard land".

A Singapore, lo STI ha rimbalzato di 31 punti lo scorso venerdì, ma ha perso metà dei guadagni questa mattina a causa della rinnovata ondata di incertezze commerciali. Il livello di resistenza immediato può essere trovato a circa 3.200 punti, che è il livello di supporto precedente. Il livello di supporto immediato è di circa 3.100 punti. Tecnicamente, la STI si trova ancora su una traiettoria discendente sul grafico giornaliero, ma i fondamentali rimangono forti. Il calo dei prezzi e gli utili stabili hanno portato a un calo della valutazione, con il rapporto prezzo / utili medio finale dello STI sceso al minimo di cinque anni a 11x , e il dividend yield dei blue chip è salito al 4,5%.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance