supermarket checkout retailers

Tesco ha registrato un aumento del 23,9% nell'utile operativo del primo semestre al lordo delle poste straordinarie a £ 933 milioni, mentre la stima di consenso era didi £ 992 milioni. Le vendite nel Regno Unito del secondo trimestre su base omogenea sono cresciute del 2,5% e hanno superato le previsioni del 2,2%. È stato l'undicesimo trimestre consecutivo che le vendite nel Regno Unito sono aumentate, il che sottolinea quanta strada l'azienda abbia fatto dai tempi dei profit warning nell'era 2012/14.

Le vendite in Europa centrale e in Asia continuano a sottoperformare, ma almeno la situazione in Asia sta migliorando. Le vendite del secondo trimestre sono diminuite del 4,8%, mentre nel primo trimestre il calo è stato del 9%. La catena sta continuando a tagliare i costi, dato che quest'anno le spese sono state ridotte di 241 milioni di puond e finora il gruppo è riuscito a risparmiare 1,1 miliardi di pound con un obiettivo risparmio di 1,5 miliardi di pound. L'acconto sul dividendo è stato di 1,67 pence, in crescita del 67% su base annua, e la politica dei dividendi si sta muovendo in linea con le loro previsioni. La società ha confermato di essere "ben posizionata per offrire rendimenti forti e sostenibili per gli azionisti", e Dave Lewis,il CEO, ha affermato che il gruppo è "in linea con i nostri piani".

Tesco ha avuto un buon inizio d'anno, registrando una crescita dell'1,8% nelle vendite del gruppo anno su anno nel primo trimestre e un miglioramento rispetto all'1% per lo stesso periodo dell'anno scorso. L'acquisizione da parte di Tesco del grossista Booker sta dando i suoi frutti poiché le vendite anno su anno, escludendo il tabacco, sono aumentate del 12,4%. La compagnia ha descritto la performance di Booker come "scintillante".Le operazioni nell'Europa centrale sono state deludenti a causa dei cambiamenti normativi in Slovacchia, dove le modifiche agli orari di apertura in occasione di feste hanno comportato un minor numero di giorni di apertura. Non è un grosso problema nel quadro generale delle cose, poiché l'Europa centrale rappresenta solo una piccola parte delle entrate del gruppo.

Il rivenditore ha già rafforzato la sua catena di rifornimento acquistando Booker Group, e questo mese entrerà in vigore il suo accordo con Carrefour, che aiuterà a ridurre i prezzi per i clienti e ridurrà il costo degli impianti e dei carrelli dei negozi. La mossa è un'ulteriore prova che l'azienda si sta adeguando ai cambiamenti nel settore della vendita al dettaglio di generi alimentari. Amazon ha un punto d'appoggio nel Regno Unito attraverso l'acquisizione di Whole Foods e Tesco sta tenendo sotto controllo i costi per rimanere competitivi.

Tesco ha lanciatro un nuovo marchio a basso costo chiamato "Jack's" per competere con concorrenti del calibro di Lidl e Aldi. Sono stati aperti diversi negozi e altri 10 o 15 sono in cantiere. I negozi aperti stanno "vendendo molto bene". È una mossa coraggiosa per contrastare Aldi e Lidl, visto lo straordinario successo nel Regno Unito e in Irlanda. Dal momento che la maggior parte dei grandi supermercati ha trovato difficile accettare i discount tedeschi, Jack's è esposto ad una dura concorrenza - Aldi ha in programma di aprire 130 nuovi negozi nel Regno Unito nei prossimi due anni.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance