Buona performance dall’inizio dell’anno per l’oro che l’ha portato a superare quota 1300$ all’oncia il 22 gennaio. Dal punto di vista fondamentale la domanda di oro nelle ultime settimane è stata trainata dalle mosse delle banche centrali. In particolare è significativo il violento movimento fatto segnare nella giornata del 15 gennaio in corrispondenza dell’annuncio della banca centrale svizzera che ha abbandonato il peg nei confronti dell’euro. Davanti ad un simile shock gli investitori hanno trovato un rifugio sicuro nel metallo giallo, le cui quotazioni possono ricevere nuova linfa anche dalle mosse della Bce. Considerando il quadro tecnico degli ultimi mesi l’oro si trova in corrispondenza del livello di 38.2 di Fibonacci che è posto a quota 1255 $ e il mantenimento di questo supporto potrebbe essere indice di una nuova ripresa del trend che potrebbe portare ad un nuovo test del livello di 1300 $. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.