Seduta difficile per i principali listini asiatici, con l'indice di Shangai in discesa del 3.9% spinto al ribasso dalla caduta nel prezzo del petrolio dopo che è stato sospeso lo sciopero dei lavoratori del settore petrolifero in Kuwait che in questi giorni aveva ridotto la produzione giornaliera del 60% sostenendo le quotazioni del petrolio nero dopo i deludenti risultati dei negoziati di Doha. Il Wti al momento quota poca sopra i 40 $ al barile. Nella notte ha anche parlato Kuroda che ha sottolineato come ci sia spazio per ulteriori interventi di alleggerimento monetario che potrebbero portare sia ad un aumento nel volume degli asset acquistati su base mensile che ad un ulteriore taglio dei tassi. Nel frattempo continuano a diminuire le esportazioni giapponesi, in calo del 6.8% rispetto all'anno precedente. All'apertura i principali indici internazionali fanno segnare perdite generalizzate. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.