Tokyo chiude in rialzo dell'1,97% a quota 22.149,21 con una crescita di 428,96 punti grazie ai buoni dati economici e all'indebolimento dello yen sul dollaro (-0,23% a 106,52). I mercati cinesi restano intanto chiusi per festeggiare il nuovo anno Lunare del Cane. E oggi anche Wall Street celebra il President Day. Gli investitori questa settimana focalizzeranno la loro attenzione sui Pmi dell'Eurozona in pubblicazione mercoledì e sui dati finali di inflazione, sempre dell'area euro, di venerdì (sia in Italia che nell’intera Eurozona l’andamento dei prezzi al consumo tornerà ad essere monitorato con attenzione). Negli Usa invece occhi puntati sulle minute della riunione della Federal Reserve del 30-31 gennaio, che verranno diffuse mercoledì, che potrebbero fornire maggiori dettagli della valutazione del Fomc sulla riforma delle tasse voluta dall'amministrazione Trump e sull'outlook dell'indice dei prezzi al consumo Usa.  Da attenzionare anche i tradizionali dati sul mercato del petrolio: Le quotazioni del greggio sono oscillate vistosamente nell’ultima settimana, prima affossate da un aumento della produzione USA poi sostenute da un clima di ottimismo sui mercati. Tra i market mover della settimana, infine, attenzione a quelli sul mercato del lavoro britannico e statunitense: dal tasso di disoccupazione del Regno Unito fino ad arrivare alle richieste di sussidi statunitensi. L'euro si rinforza a 1,2419 (+0,08%), sempre però sotto quota 1,25 toccata venerdì scorso durante la sessione di Wall Street: a quanto pare si sconta la possibilità di un ulteriore rialzo dei tassi non previsto da parte della Fed con il dollaro che, per contro viaggia debole a causa delle manovre iper espansive dell'amministrazione Trump. A Wall Street infine il Dow Jones ha archiviato la seduta di venerdì con un rialzo frazionale dello 0,08% e l'S&P 500 dello 0,04%. Debole invece il Nasdaq Composite che ha perso lo 0,23%. Il Wsj Dollar Index, che confronta il biglietto verde con altre sedici valute ora cede lo 0,1% circa dopo aver guadagnato lo 0,4%. Da inizio anno ha perso il 3,5 %

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 19/02/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.